Di Tiziana Galli

La Medicina Energetica: la scelta

 

Il benessere comincia con il prendersi cura di se stessi a prescindere dalle situazioni contingenti e questa è un’abitudine che va coltivata nel tempo.

Sempre più persone ricorrono a forme di medicina alternativa e per non rischiare di finire nelle mani di ciarlatani è bene saperne di più.

Incontriamo oggi il Dott. Archimede Tentindo, medico chirurgo, iscritto al Registro degli Omeopati e degli Agopuntori.

Dottor Tentindo, perchè molte persone si rivolgono oggi allʼAgopuntura e allʼOmeopatia?

“I pazienti che si rivolgono per la prima volta a queste due discipline mediche sono molto spesso persone entusiasmate da parenti o amici cari, i quali avevano personalmente avuto unʼesperienza positiva. Altre volte, arrivano dal medico agopuntore o dallʼomeopata effettivamente disperati, perchè, dopo tanti consulti di vari specialisti, non sono ancora riusciti a sconfiggere il loro male ed il loro atteggiamento è quello di provare una strada alternativa.

La maggior parte delle persone soffrono di patologie croniche, cioè insorte da almeno sei mesi. A volte sono adolescenti che si portano il problema da quando erano piccoli.”

 

Alcuni dicono che le persone vengono da voi perchè le ascoltate molto e dedicate loro molto tempo, cosa che avviene sempre meno con gli altri medici. Non per niente, Nanni Moretti lo ha raccontato – ed era la sua storia personale – nel suo film “Caro diario”…

“Si, me lo ricordo bene e la parte in cui lui andava dai medici mi ha colpito molto. Chiaramente non basterà dedicare molto tempo al paziente, per risolvere il suo problema e, per poter giungere a buon fine, sarà necessario avere esperienza e competenze ben precise.”

 

Come fa un cittadino a sapere quali sono i medici Agopuntori ed Omeopati esperti?

“In Italia, per poter esercitare lʼAgopuntura o lʼOmeopatia, bisogna innanzi tutto essere laureati in medicina, in quanto esse costituiscono effettivamente un atto medico. Chi fa lʼagopuntura o prescrive farmaci omeopatici senza essere medico è punibile penalmente, secondo la Corte di Cassazione. Dopo la Laurea in Medicina e lʼesame di Stato, il medico dovrà seguire con profitto un corso di perfezionamento riconosciuto dallʼOrdine dei Medici. Normalmente la durata di questi corsi è di quattro anni, sia per lʼOmeopatia che per lʼAgopuntura.

Il cittadino può così rivolgersi allʼOrdine dei Medici, per verificare se il medico da lui contattato ha ottenuto tutti questi requisiti.”

 

Evidenze scientifiche?

“Ce ne sono tantissime, sulle patologie più disparate, sia acute che croniche.”

 

Che cosa si può curare con lʼAgopuntura e lʼOmeopatia?

“LʼOrganizzazione mondiale della Sanità ha stilato un elenco delle patologie che traggono giovamento dallʼutilizzo dellʼAgopuntura. Come dicevo prima, moltissimi vengono per patologie croniche.”

 

Secondo lei quali sono le differenze maggiori con la medicina ufficiale?

“Dato che ogni persona è profondamente diversa da qualsiasi altra, il trattamento dovrà essere assolutamente personale. Non ci sono protocolli rigidi da utilizzare su larga scala, in quanto queste discipline non rivolgono lʼattenzione sulla malattia, ma sul malato, individuo unico ed irripetibile.

Quando il corpo di una persona costruisce una forma di squilibrio, che possiamo chiamare malattia, i sintomi relativi saranno sicuramente caratteristici. La storia personale di ogni paziente determina quei sintomi caratteristici, che nel complesso formeranno una situazione unica, per cui altrettanto unica sarà la sua terapia.

Il medico utilizzerà delle strategie terapeutiche, atte ad armonizzare globalmente la persona, sia sul versante psichico che fisico, in quanto essi sono imprescindibilmente legati. La soluzione del caso richiederà quindi grande attenzione nella raccolta dei dati personali e lʼattuazione di un programma terapeutico confezionato appositamente sul paziente in questione.”

 

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine