Di Tiziana Galli

Who’s On Next? Avanti il prossimo…

 

Anche quest’anno, nella sua ottava edizione, il concorso “Who’s on Next?”, indetto da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, si è svolto nel Compesso Monumentale di S. Spirito in Sassia.

Un’occasione, conquistata da un pool di dodici talentuosi creativi, per esprimersi e guadagnare al contempo opportunità commerciali.

Da sempre i suoi partecipanti e isuoi vincitori finiscono per diventare volti noti nel mondo della moda e del design.

Ci tiene Franca Sozzani, Direttrice di Vogue Italia, a specificare che i creativi di “Who is on Next?” hanno scelto l’Italia come Paese produttore, incrementando e valorizzando l’esperienza del Made in Italy.

Nell’ambito del Prêt-à-porter hanno partecipato sette marchi:

MARCOBOLOGNA by Marco Giugliano e Niccolò Bologna che, dopo averesordito con i gioielli, dal 2011 disegna collezioni Prêt-à-porter; SanAndres by Andres Caballero, sarto prima ancora che designer, che si ispira ad una donna raffinata e al tempo stesso impertinente; Barbara Casasola, dove semplicità e potere si fondono con linee rigorose e tagli minimi; Mario Chiarella, che ha lavorato dal 2006 con Guillermo Mariotto presso la Maison Gattinoni e si è poi trasferito a Milano per dar vita alla sua collezione; Koonhor by Koon Lim e Catrine The, che disegnano una donna indipendente e sofisticata;  Suzanne Suscettibile by Cha Soo Jung, coreana, ama coniugare la sperimentazione delle forme con il lusso e la sartorialità italiana; Alessia Xoccato, il suo brand nasce nel 2010 e si struttura intorno ad una ricerca di volumi e diforme puntando all’esclusività.

Per gli accessori:

Benedetta Bruzziches, che per diversi anni è stata assistente di Romeo Gigli, nel 2010 la sua collezione zero di accessori; Charline De Luca By Carlotta De Luca, conosciuta anche come “architetto delle Calzature” per la sua laurea in architettura e la sua passione per le forme pure; GiancarloPetriglia, nel 2011 inizia a firmare conil suo nome le sue collezioni di borse, contraddistinte dall’esecuzionealtamente artigianale e rigorosamente Made in Italy; Conspiracy by Gianluca Tamburini, azienda di shoes wear nata nel 2010, le sue scarpe sono gioielli e l’ispirazione della collezione viene dal mare, coniuga magistralmente artigianalità, tecnologia e moda; Banchetti by Giacomo Banchetti, cultura e teatralità isuoi leight motives, sapore vinatge nelle forme e dettagli assolutamentecontemporanei.

I vincitori?

Sono stati proclamati da Franca Sozzani, dopo aver sottolineato, che la scelta dipende dal fatto che “La Moda ha una pretesa mediatrice” ed il prodotto deve poter essere valorizzatoattraverso i canali mediatici, pertanto…

Il primo classificato è MARCOBOLOGNA by Marco Giugliano e Niccolò Bologna, al secondo posto abbiamo Gianacarlo Petriglia, e il terzo gradino del podio è condiviso da Gianluca Tamburinie Charline De Luca By Carlotta De Luca.

 

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • alessia-xoccato-1
  • alessia-xoccato-2
  • barbara-casasola-1
  • barbara-casasola-2
  • koonhor-1
  • koonhor-2
  • marco-bologna-1
  • marco-bologna-2
  • mario-chiarella-1
  • mario-chiarella-2
  • san-andres-milano-1
  • san-andres-milano-2
  • suzanne-susceptible-1
  • suzanne-susceptible-2

 

Barbara Molinario

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine