Di Tiziana Galli

Un cobra per amico

 

Mentre è appena iniziato l’anno del Dragone, Roberto Coin non vuole farsi trovare impreparato per l’anno che verrà: quello del cobra.

Uno sguardo cosmopolita, quello di Roberto Coin, che traduce in carati il suo amore per le cose belle.

Simbolo di sacralità e saggezza nel calendario cinese, il cobra reale è il nuovo protagonista indiscusso della Collezione Animalier del gioielliere veneto.

Un gioiello raro, quello che viene presentato, tempestato di diamanti bianchi, neri e zaffiri purissimi.

Unica nota di colore: i rubini negli occhi del rettile.

Il rubino è la pietra che Roberto Coin, per rispettare un’antica tradizione egiziana, ama inserire in ogni suo gioiello, lasciandola spesso nascosta sotto l’intelaiatura del monile, ma rigorosamente a contatto con la pelle.

Dice un’antica tradizione egiziana che in questo modo porterebbe fortuna, prosperità e abbondanza.

Roberto Coin, è un uomo che si è costruito da solo ed è molto fiero delle sue conquiste.

Ha iniziato la sua carriera di Gioielliere sapendo solo, come ci dice lui stesso “che l’oro era giallo e i diamanti erano bianchi”, tutto il resto l’ha imparato strada facendo.

Il motore dei suoi successi è stato “il grande desiderio di vestire la donna con delle cose belle”, unito ad una forte passione per la vita e una creatività incalzante.

Ha fondato la sua azienda a Vicenza nel 1977 e il suo marchio nel 1996  è stato lanciato con il suo nome.

Oggi veste le dive dei red carpet statunitensi e già dal 2009 è tra i primi posti dei maggiori cinquanta brand della gioielleria mondiale.

 

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • coin-2
  • coin
  • roberto-coin-raffaella-modugno-3
  • roberto-coin-raffaella-modugno-1
  • roberto-coin-raffaella-modugno-5

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine