Di Tiziana Galli

Circo in Passerella

Giada Curti e la giostra della vita.

Bello, bello, bello! Uno spettacolo davvero suggestivo quello presentato da Giada Curti in questa edizione estiva di Altaroma.

Sfila all’aperto in una location insolita come quella del Parco dei Daini di Villa Borghese, che ha l’ulteriore vantaggio di godere di tutta la magia del crepuscolo romano.

Niente provocazioni per questa edizione, ma uno show vero e proprio.

Tra trampolieri e giocolieri, in uno spazio illuminato da fiaccole e luci colorate, sfilano dieci capi da gran sera. Shsntung, broccati, pizzi e chiffon in nero, rosso e oro, mentre l’abito da sposa si propone in maniera fresca e innovativa di un delicatissimo verde salvia.

E’ l’arte circense la musa ispiratrice di una Collezione d’impatto e decisamente femminile che gioca sulla generosità dei volumi e sulla purezza delle linee.

Giada Curti esalta il fascino di un mondo apparentemente surreale che si esprime come metafora della vita: “Gli abiti dei circensi non sono costumi, ma paramenti sacri che si muovono nella pista del circo, tra mangiatori di fuoco, acrobati, tigri e incantatori. L’arena è l’altare dove si scongiurano le paure; il tendone è il tempio e le modelle sono audaci sacerdotesse abili a domare le fiere e a cavalcare.

Donne intelligenti e coraggiose che vincono la paura del vuoto e fanno volteggiare oggetti in equilibrio.”

“Le donne non cadono, anzi, sono sempre più consapevoli della loro bellezza e del loro successo.”

 A chi ancora fosse convinto che la moda non veicola messaggi forti lasciamo qualche minuto per riflettere…

Foto: Luca Latrofa – Gianni Catani / L.Sorrentino

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • curti
  • curti1
  • curti3
  • curti4

 

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine