Di Federica Pasculli

Romics 2012

Romics: Festival del Fumetto, dell’Animazione e dei Games, dal 27 al 30 settembre presso la Nuova Fiera di Roma.

La dodicesima edizione del “Romics: Festival del Fumetto, dell’Animazione e dei Games”, organizzata dalla Fiera di Roma e da I Castelli Animati – Festival Internazionale del Cinema di Animazione, sarà ospitata dalla Nuova Fiera di Roma da giovedì 27 a domenica 30 settembre.

Il programma di Romics 2012 è senza dubbio molto intenso.

In primo piano durante la manifestazione i Romics D’Oro 2012 è Massimiliano Frezzato, autore di fumetti e illustratore, pubblicato in Europa e negli Stati Uniti, e Aoi Ohmori, grande autore giapponese pubblicato in Europa con notevolissimo seguito, con i quali sono previsti incontri per sabato 29 settembre.

Contemporaneamente l’Officina del Fumetto ospiterà convegni, conferenze, tavole rotonde e incontri con gli autori sui temi della fantascienza e del rapporto tra fumetto e le sue rappresentazioni nella narrativa e nel cinema.

Sarà inoltre possibile usufruire di lezioni di fumetto aperte al pubblico.

Ad animare questa edizione di Romics tante altre iniziative: la gara Cosplay e il primo Cosplay Kids, la celebrazione del cinquantesimo anniversario di Spiderman, il primo Flash Mob di Romics, il Concorso Romics / I Castelli Animati / Tutto Digitale, riservato agli home video di animazione, il Cartoon Music Show, che ripercorrerà la storia delle serie animate con particolare attenzione alle serie giapponesi, e ancora presentazioni speciali, celebrazioni, anteprime cinematografiche e concerti.

Quest’anno, inoltre, all’interno di Romics si potrà visitare una mostra interamente dedicata agli originali realizzati da Ivan Graziani che, oltre a essere stato un noto cantautore, coltivava una forte passione per il fumetto e l’illustrazione. Disegni e schizzi, fumetti, collage e dipinti, in mostra per celebrare il talento grafico di un grande artista.

Per la prima volta un’organica sistemazione dei suoi lavori e una presentazione che ci fa scoprire le varie declinazioni della sua matita: dal fumetto tout court, con le sagaci storie di Gerardo, agli splendidi schizzi che si trovano in numerosi carnet, e poi le grandi illustrazioni. Tante le tecniche, dall’uso cupo del colore alla graffiante china, fino al decoupage.

Lo stesso Graziani dichiarava in un’intervista: “A dire la verità questo mestiere del cantante l’ho fatto molto per “fame” e se fosse possibile in Italia mangiare disegnando, forse mi piacerebbe ricominciare daccapo perché un disegnatore è libero di fare quello che vuole, mentre un cantante è sempre nelle mani di troppa gente”.

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • romics_autoritratto-ivan-graziani
  • romics_logo_3
  • romics_massimiliano-frezzato_pinocchio_yellow
  • romics_ohmori_2
  • romics_copertina_uomo_ragno_mi_430_0

 

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine