shwop_coat

Di Dario Bentivegna

Il primo capo di abbigliamento ‘shwop’ della catena M&S e’ un cappotto. Vediamo di cosa si tratta e perche’ e’ innovativo.

Sei mesi fa vi avevo presentato la lodevole iniziativa della catena M&S (Marks and Spencers) in collaborazione con la charity Oxfam – lo shwopping. I clienti sono stati invogliati nel donare abiti non piu’ indossati da donare ad Oxfam, che vende nei suoi negozi abiti di seconda mano e devolve i profitti in progetti umanitari in tutto il mondo. Inoltre i capi che non e’ possibile vendere, perche’ troppo lisi o ‘fuori moda’ sono stati spediti in Italia, ridotti in fibre, ripuliti e riciclati per crearne di nuovi proprio da M&S.

Lo swhop coat da donna sara’ il primo capo disponibile di questa iniziativa - swap (scambiare) + shop (fare compere) -, realizzato in lana e venduto a £89 in negozi selezionati e online.

Mark Sumner, portavoce del Plan A sustainability project di M&S’s, afferma: “Lo Shwop Coat segna un grande passo avanti nella creazione di un futuro sostenibile per il sistema moda. E’ un benefit per i nostri clienti non solo il sapere a cosa porta il donare i loro abiti usati e non piu’ utilizzati, ma soprtutto avere l’opportunita’ di acquistare un cappotto di ottima qualita’ a prezzi piu’ bassi del solito”.

Fashion World

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine