Di Maria neve Riemma

Musica a Roma: C(h)orde Suoni tra cielo e terra.

 

Per gli appassionati di musica innovativa, nella chiesa Evangelica metodista di Roma di Via XX Settembre 123,  in una cornice mistica che induce alla contemplazione, il primo novembre ha avuto inizio la speciale rassegna C(h)orde, che prevede incontri musicali di raffinata ricercatezza, distanti dai consueti generi artistici.

Nel primo appuntamento si è esibito il poliedrico musicista Alexander Tucker che ha visto confermato il consenso di pubblico riscosso nel concerto del The Tallest Man On Earth. L’Inglese Alexander Tucker, dall’animo vivo, riesce a mescolare continuamente generi musicali che vanno dal Metallic, al Blues, al Feak Foll al Post Punk, con note psichedeliche e Pop moderno.

In uno stile unico dal carattere sperimentale, non classificabile in uno specifico genere, egli alterna chitarra acustica, violoncello e mandolino, filtrando il tutto con effetti speciali, distorsioni e riverberi, che regalano ai suoi paesaggi sonori sapore melodico sognante di tipo shoegaze.

John Kealy, critico musicale, ha scritto di lui: “suona come se stesse inseguendo una tradizione che è stata a lungo trascurata, concentrandosi non sulle canzoni senza età e idee, ma sui sentimenti senza tempo catturati attraverso il suo miasma ronzante di acustica”.

Il prossimo appuntamento sarà l’8 novembre con i Vinegar Socks e Archivio Italiano Paesaggi Sonori, un’inedita combinazione di due gruppi artistici, il primo romano e il secondo composto di vari artisti italiani, impostisi all’attenzione internazionale per la qualità delle loro canzoni e per l’intensa forza affascinante del design acustico live electronics, grazie all’armonica utilizzazione dei suoni degli elementi naturali e dei versi animali. Uno spettacolo acustico e visivo, che fonde arti contemporanee, video art e web, che conducono in un viaggio denso di nuove emozioni.

In seguito, il 16 novembre C(h)orde presenterà il tedesco Nils Frahm, che a soli 30 anni si è già affermato quale protagonista della scena elettronico-neoclassica.

La rassegna prosegue il 24 novembre con Vladislav Delay, genio dell’elettronica finlandese.

Ultimo appuntamento il 30 novembre con Tim Hecker che con il suo stile di sorprendenti frammenti di serenità pianistica e profondi immersioni ambientali, rapisce i suoi ascoltatori.

Una rassegna per intenditori e per esploratori di nuove sensazioni sonore.

 

02/11/2012

 

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine