Di Denise Ubbriaco

Il ritorno de “Lo Schiaccianoci”

All’Auditorium Conciliazione torna in scena “Lo Schiaccianoci”

 

Lasciatevi incantare dalla magia di una delle più belle fiabe messe in scena nella storia del balletto: “Lo Schiaccianoci”. Ritorna all’Auditorium Conciliazione a Roma dal 6 all’ 8 dicembre e a Capodanno il 31 dicembre, “Lo Schiaccianoci” con la partecipazione straordinaria di Andrè De La Roche nel ruolo di Schiaccianoci/Fata Confetto. Lo Schiaccianoci, una produzione originale che, pur mantenendo rigorosamente la partitura musicale di Cajkovskij, è stato rielaborato drammaturgicamente da Riccardo Reim. Una fiaba emblematica coreografata da Mario Piazza e danzata dal Balletto di Roma, una delle migliori realtà della danza nel nostro paese. La compagnia è nata nel 1960 grazie al sodalizio artistico di due icone della danza italiana: Franca Bartolomei e Walter Zappolini, tutt’oggi Direttore Artistico dell’ensamble.

Le repliche serali saranno presentate tutti i giorni a partire dalle ore 21:00, per sabato 8 dicembre è previsto un doppio appuntamento, sia alle ore 17:00 che alle ore 21:00, mentre la sera di Capodanno, il 31 dicembre, si inizierà a partire dalle ore 22:00 cosicché potrete brindare con i protagonisti dello spettacolo allo scoccare della mezzanotte trasformando l’inizio del nuovo anno in un momento magico e fatato avvolto da una calda e piacevole atmosfera.

Dalla prima messa in scena, lo spettacolo ha conquistato il consenso del pubblico, riscuotendo un grande successo e, nel giro di pochi anni, è divenuto un cult riproposto e apprezzato dagli spettatori.

In Italia, “Lo Schiaccianoci” ha debuttato nel 1938, divenendo un balletto celebre e molto noto, spesso usato come una storia per bambini, una fiaba divertente legata all’infanzia, o conosciuto come una semplice strenna natalizia. In realtà, “Lo Schiaccianoci” è più di tutto questo. E’dedicato al difficile momento della crescita, all’abbandono del mondo dei giochi, al superamento di quel “limbo” che conduce all’età dell’adolescenza. “Lo Schiaccianoci”, accompagnato da passi di danza contemporanea e da un velo di violenza, sottesa in tutta la narrazione, riflette la realtà dei nostri tempi: generazioni precocemente private dell’infanzia, della loro naturale innocenza a causa dell’informazione ossessiva dei media, che hanno ormai trasformato la guerra e ogni altra forma di violenza in ‘spettacolo’ da trasmettere in qualsiasi momento della giornata, nelle case dei telespettatori, con distratta indifferenza e senza tener conto che davanti al piccolo schermo, spesso, ci sono anche i bambini.

Questa originale versione de “Lo Schiaccianoci” raccoglie tutti gli incubi della piccola Clara, personaggio tetro, capace di assassinare il fratellino Fritz o di trasformarsi in una macabra Fata Confetto (simbolo dell’ingannevole ‘dolcezza’ dei malvagi). Passando da uno spavento all’altro, Clara, novella Alice, si desterà quando ormai l’incubo sembra schiacciarla senza più scampo. Ritroverà i suoi cari, guardandoli ormai con occhi diversi, gli occhi di chi inizia ad acquisire la consapevolezza che da quegli affetti dovrà pian piano distaccarsi per essere in grado di contare sulle proprie forze. Il tutto viene narrato secondo le regole e i ‘tranelli’ dei nuovi giochi tecnologici. Il sogno si manifesta nell’incubo di un atroce videogame che imprigiona la protagonista, annullando ogni confine tra reale e virtuale, dove non sono i giocattoli a prendere vita, bensì il giocatore stesso viene orribilmente trasformato in una futile pedina. Il giocatore potrà avere la meglio solo attraverso la fede in se stesso e nel proprio lato migliore. Queste sono le uniche vere ‘armi’ per affrontare il tortuoso viaggio verso il mondo degli adulti, alla conquista della propria porzione di felicità.

Una storia avvincente, emozionante, ricca di colpi di scena, arricchita da scenografie di stampo barocco, da costumi originali e particolarmente fantasiosi, dallo scintillio di luci colorate. Il tutto serve da cornice per costruire uno spettacolo ammaliante e sensazionale. Ora, spetta a voi lasciarvi trasportare in questo viaggio travolgente.

Uno spettacolo da non perdere!

5 Dicembre 2012

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • schiaccianoci
  • lo-schiaccianoci
  • andre-de-la-roche_fata-confetto_schiaccianoci-balletto-di-roma-6
  • balletto-di-roma-7
  • schena_lo-schiaccianoci
  • schiaccianoci1
  • lo-schiaccianoci-10
  • lo-schiaccianoci-2

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine