critical-week-for-high-st-008

Di Dario Bentivegna.

In Italia alcune citta’ inziano i saldi il 2 gennaio. Qui in Inghilterra a S.Stefano, il 26 dicembre. Tutto oro quello che luccica? Non proprio.

Il mio primo Natale in Inghilterra e la mia prima esperienza di saldi anglosassone. Non come cliente, ancora meglio: come sale advisor per una catena di abbigliamento. Ho potuto quindi vivere il ‘fenomeno’ dei saldi di S.Stefano dall’interno, oltre che averne una prospettiva piu’ ampia, al di la’ del negozio in cui lavoro.

I primi dati che stanno emergendo riguardo i saldi 2013 non sono molto confortanti, si parla di un 10% in meno rispetto allo scorso anno. Fare shopping il 26 dicembre se da un parte puo’ sembrare una manna dal cielo, una ‘tradizione’, dall’altra mi intristisce parecchio il pensiero che si vada in giro per centri commerciali piuttosto che stare con amici e familiari. Impressioni personali a parte la corsa ai saldi qui in Inghilterra sta diventando una maratona con sprint finale piuttosto che i 100 metri, per una serie di ragioni.

Prima di tutto l’influenza dell’e-commerce che sta prendendo sempre piu’ piede in Italia e qui in Inghilterra e’ ormai una realta’ piu’ che consolidata. Anche per i saldi moltissimi siti hanno cominciato con delle ‘preview’ degli sconti 36 ore prima del 26 dicembre, per dare l’occasione ai clienti di vedere e decidere cosa comprare a prezzi ridotti sia sul sito che in negozio. Non si parla solo di catene di fast-fashion ma anche grandi catene come John Lewis, Debenhams e il blasonatissimo Harrods.

Ma la maratona dei saldi dura, letteralmente tutto l’anno sotto forma di sconti stagionali, di mezza stagione, per festivita’ varie (Pasqua, S.Valentino, Bank Holidays) oltre al fatto che, non solo da Zara, nuove linee e stock arrivano in negozio ogni due/tre settimane e bisogna fargli spazio con sconti ad hoc e temporanei sui prodotti gia’ in negozio. Cio’ significa per uno shopper anglosassone poter usufruire di sconti e in teoria pianificiare anche i regali di Natale gia’ dall’estate. Se a questa situazione aggiungiuamo gli sconti pre-natalizi, che arrivano fino al 60% diventa ovvio il perche’ fare shopping a S.Stefano stia perdendo il suo impatto.

Conclusioni? Se siete a Londra o in Inghilterra per un week end o piu’, tenete gli occhi aperti perche’ ci sono sempre occasioni da colgliere tra una vetrina e l’altra.

 

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • critical-week-for-high-st-008
  • christmas-shoppers-008
  • cirque-du-soleil-at-harro-008
  • PD*24243049
  • risales

 

Fashion World

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine