Di Maria neve Riemma

Pitti immagine uomo 83

Cultura e colore quest’anno al Pitti.
Il tema guida di questa edizione é il BookswearMania. I visitatori sono accolti all’ingresso della Fortezza da Basso da un gigantesco skateboard fatto di libri che suggerisce che leggere è sempre un’esperienza eccitante e spericolata, come volteggiare su uno skate. Agostino Poletto vice direttore generale di Pitti immagine, dice: ” BookswearMania é quella passione di leggere libri che nutre il mondo della moda e che la moda stimola a sua volta”.

Passione e creatività sono la chiave vincente di oltre 1.062 brand ospitati nella Fortezza da Basso, dieci in meno rispetto all’edizione del 2012.

Una piazza quella di Pitti che ha molto da raccontare, e lo sanno bene i migliaia di blogger e fotografi che inseguono un pubblico curatissimo nella loro mise ricche di dettagli come il ricercatissimo bastone da passeggio. Accessori di gran classe degli anni cinquanta e sessanta, che i giovani di oggi portano volentieri attingendo dal guardaroba dei loro padri.

Visitare questa edizione di Pitti è come leggere un libro classico, ancorato alle tradizioni più antiche, rivisto in chiave moderna.

La cultura, accompagnata da deliziosa creatività, caratterizza le proposte di gran parte delle aziende presenti che fanno della moda italiana una vera è propria eccellenza. Pitti uomo 83 conferma anche quest’anno che l’inventiva Made in Italy è insuperabile.

Ogni Brand racconta una storia attraverso la propria collezione. Linee guida di ogni capo sono: raffinatezza, ricercatezza, artigianalità. Molto interessanti anche le proposte dei marchi partenopei che quest’anno sono oltre quaranta e che confermano l’antica tradizione della scuola napoletana. Ricordiamo Borriello, Salvatore Piccolo, Campanile, Isaia, Kiton, Monetti, Tramontano, Sartoria Partenopea.

Aziende storiche e newcomer si presentano accomunati dalla voglia di reinventare la tradizione. Si pensi alla Sartoria Sicignano proprietaria del marchio GiCapri che reinventa totalmente la giacca, la rende più morbida e leggera e dopo un lungo percorso di ricerca e reinterpretazione di antichi cartamodelli, l’azienda ha brevettato il “Capri System”. Un nuovo modello di giacca completamente decostruito, sfoderato, privo di spalline e qualsiasi altro accessorio ma proprio per questo estremamente originale ed elegante. A giacchett’ e Capri, così chiamata perché ricorda gli anni 50 quando i turisti benestanti la indossavano nel
corso delle loro vacanze isolane. E sempre in onore dello splendido mare dell’isola più bella del mondo, altra chicca di quest’azienda è la giacca con le toppe di pelle di pesce. Un materiale morbido e gradevole al tatto mai utilizzato prima in sartoria.

Grande attenzione, soprattutto da parte dei buyer stranieri, merita anche la collezione fall/winter 2013/14 di Brunello Cucinelli. Fit dinamico che vuole superare il “vecchio mondo”alla ricerca di nuovi stimoli e nuovi abbinamenti: giacca blu e pantalone coordinato, francesina impunturata e cravatta nelle nuance navy.

Stand davvero raffinato è quello di Borsalino che ha esposto una ricca preview della nuova collezione f/w 2013/14, accessori dandy immancabili per fashionisti.

Roma 14/01/2013

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • 004
  • 066
  • 081
  • 175

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine