Di Denise Ubbriaco

Luigi De Filippo in “Peppino, quante belle risate”

 

La Compagnia di Teatro Luigi De Filippo, da giovedi 17 a domenica 27 gennaio,al Teatro Parioli Peppino De Filippo, presenterà lo straordinario e attesissimo spettacolo di due atti unici di Peppino De Filippo: “Peppino, quante belle risate”.

Lo spettacolo, con la regia di Luigi De Filippo, attore e commediografo, grande interprete del Teatro napoletano, vanta la partecipazione di attori molto noti. Parlo di: Luigi De Filippo, Paolo Pietrantonio, Gennaro Di Biase, Roberta Misticone, Stefania Ventura, Stefania Aluzzi, Ricccardo Feola, Vincenzo De Luca, Michele Sibilio, Luca Negroni.

Ad aprire la scena sarà il primo atto: ”Cupido scherza e… spazza”.

Una farsa umoristica che vi travolgerà completamente. Nel 1931 è stata rappresentata in anteprima straordinaria al teatro Kursaal di Napoli. Una storia avvincente, comica ed esilarante. Si racconta la storia di uno spazzino di nome Vincenzo, premiato dal direttore della nettezza urbana per aver restituito una busta trovata per strada, che conteneva al suo interno molti soldi.

La moglie Donna Stella, cede di fronte alla corte irresistibile di Pascuttella, caporale dei netturbini, mentre Rosina, la nipote non ricambia l’amore di Salvatore. Il giovane, respinto, ricorre all’infallibile arma della vendetta, rivelando a Vincenzo l’infedeltà della moglie Rosina.

Pascuttella tenterà di convincerlo che si tratta di un semplice amore “plutonico”. All’improvviso, colpo di scena: appare un suo vecchio creditore, lo colpisce e lo minaccia con un martello. Vincenzo lo disarma e il creditore corre via. La gente del posto trova Vincenzo con il martello in mano e Pascuttella a terra mal ridotto. Il suo obiettivo sarà quello di far credere di essersi fatto giustizia per aver importunato e corteggiato sua moglie, preservando il suo onore. Una vicenda divertente, capace di coinvolgere tutta la gente.

Al termine del primo atto, prima di passare subito al secondo, Fabiana Russo porterà in scena il monologo ”La Donna in Frak”.

Il secondo atto, ”Quale Onore”, parla di un impiegato che, sperando di ottenere un avanzamento di carriera, invita a cena nella propria abitazione il suo Direttore. A causa delle convinzioni trasmesse da un vicino eccessivamente invadente, si sentirà costretto ad apportare alcune modifiche, per rendere il più elegante e ospitabile possibile la propria abitazione in occasione dell’arrivo di una persona di alto livello, una personalità di un’importanza non indifferente. Detto e fatto,in pochi minuti il vicino gli stravolge la casa. Rende una casa prima modesta e semplice, in una casa ricca e particolarmente sontuosa. Tutto ciò indispettisce il Direttore che richiede una tempestiva inchiesta.

Se l’anteprima della rappresentazione teatrale vi ha incuriosito, seguite l’intera vicenda con i vostri occhi. Per il posto in platea il prezzo è di 25 euro, mentre in galleria il prezzo è pari a 20 euro. Potrete assistere ad una comicità senza tempo, che vi divertirà, vi farà riflettere e con il suo humour moderno e inconfondibile, vi appassionerà attraverso la magia del teatro.

15 Gennaio 2013

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine