Di Denise Ubbriaco

Quando l’arte crea l’abito: Tiziana Ovelli

Tiziana Ovelli, stilista e pittrice, è sempre attenta alla cura di ogni piccolo particolare, perché si sa: è l’attenzione per i dettagli, l’accurata ricerca di stile, di materiali e di colori a rendere un capo prezioso. L’amore per la ricerca e la speculazione le ha permesso di stratificare una poetica sospesa tra il rigore fortemente artigianale e le libere composizioni, frutto della sua creatività. Con uno spiccato interesse per le formulazioni figurative, Tiziana Ovelli dà vita a composizioni ricche di decori e realizzate su supporti di tessuto. L’insieme che ne deriva appaga l’occhio.

La stilista afferma: “La passione per l’arte e l’amore per le tradizioni sono alla base delle mie creazioni uniche e preziose”.

La fashion designer inizia a far parlare di sé quando nell’ottobre 2011, presso la Galleria La Rinascita,  presenta un’insolita esposizione denominata “Tra arte e moda attraverso le fibre tessili”. Un’idea azzardata che ha riscosso molto successo. La stilista ha sperimentato  abiti-scultura di carta, manipolando diversi tipi di giornali, e abiti dipinti a mano su stoffa, pennellando sui tessuti ha abbozzato fiori e figure. Abiti sofisticati e originali. Come dimenticare l’abito pavone con ruota iridescente o l’abito nuziale di carta plissé e panneggiato.

Creatività che non smette mai di stupire!

Così emerge per la sua particolare sperimentazione sui vari materiali come carta, juta, panno casentino, segno distintivo per la realizzazione di abiti-scultura e capi dipinti a mano che le consente di ricevere l’attestato di partecipazione nel Gennaio 2011 alla Rassegna Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea “150° Anniversario Unità d’Italia”, presso la prestigiosa sede della Società delle Belle Arti-Circolo degli Artisti Casa di Dante, impressionando tutti con un dipinto su taffettà volto a interpretare la sua idea di coniugare l’arte con la moda.

Creazioni ispirate a pittori, a poeti e a capolavori artistici. Ascoli Piceno è un vero e proprio laboratorio-biblioteca dove nascono e prendono forma le creazioni di Tiziana Ovelli. Dà vita a capi sartoriali  poliedrici, ma dalla perfetta vestibilità.

Nel settembre 2012, la collezione “Dalia Couture” con abiti interamente realizzati a mano è stata protagonista di una splendida sfilata nel centro storico di Pescara.

Nel mese di dicembre ha proposto papillon ispirati alle divinità olimpiche e realizzati in seta dipinta a mano, taffettà, velvet, ecopelle e bottoni vintage. A Roma ha incuriosito tutti con questa collezione esclusiva. L’eccezionale particolarità della collezione sono i papillon gioiello, con una struttura alare a fiamma e una catenina in sostituzione del tipico nastro, perfetti per una donna che vuole dare un tocco deciso e di grande originalità al proprio look. Un accessorio tipicamente maschile che si presta, in una variante perfetta e sbarazzina, per un look in stile garçon. Adatto ad ogni occasione, il papillon è un oggetto fuori dall’ordinario, da indossare con ironia e disinvoltura per far si che il vostro stile sia inconfondibile e possa spiccare il volo con le ali di farfalla.

Per stupirvi nuovamente, domenica 3 marzo, la fashion designer Tiziana Ovelli parteciperà alla passerella per stilisti e celebrità realizzata, alla Nuova Fiera di Roma, da Weekend Donna Roma Primavera. Con la nuova collezione, “Fashion pop art”, caratterizzata da capi pret à porter, abiti in tessuto dipinti a mano, dal jeans che interpreta il concetto di popolare, alla seta che sottolinea la nobiltà dell’arte, la stilista conta di conquistare l’intero pubblico e gli ambienti della moda.

 28 Febbraio 2013

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine