Daniele Voi e il cioccolato di Modica

Di Tiziana Galli

Nero, je t’adore

Il cioccolato artigianale di Modica: una seduzione che viene da lontano

 

Gustoso, intenso, versatile, mai fuori posto; se si aggiunge che in una certa misura fa anche bene, non ci sono più scuse per non provarlo.

Di cosa stiamo parlando?

Del cioccolato artigianale di Modica, naturalmente. Non di un semplice cioccolato!

E’presso il Teatro degli Audaci che si sta “consumando”, in questi giorni, l’iniziativa itinerante, ideata da Francesco Cavuoto (attore e doppiatore) e Franco Mannella (regista e attore), “345 Teatro da Gustare”. Qui l’arte del cioccolato, inserita all’interno di un percorso eno-gastronomico di ampio respiro, si fonde con la magia dell’arte teatrale, esaltando a tutto tondo ogni forma sensoriale.

E’ in questi spazi che abbiamo potuto intervistare lo speaker radiofonico Daniele Voi notoriamente associato al cioccolato più buono del mondo.

Daniele conduce la trasmissione “In mezzo a Voi” tutti i giorni dalle ore 12,00 alle ore 14,30 e va in onda su Radio Mediterraneo, un’emittente regionale  ascoltabile anche via web (www.radiomediterraneo.it)

Nella sua rubrica, Daniele invita spesso i più eminenti esperti del gran seduttore del palato, il cioccolato, per diffondere la conoscenza di un gioiello regionale.

Cerchiamo di saperne di più anche noi.

Daniele, è vero che la ricetta del cioccolato artigianale di Modica proviene direttamente dalla tradizione degli aztechi?

“La storia del nostro cioccolato corre lungo un unico filo conduttore che, percorso all’indietro, unisce direttamente la Sicilia, in particolare la Contea di Modica, alla Spagna, per trovare le sue radici nel cerimoniale della popolazione azteca.

Nel “nuovo mondo” gli spagnoli conobbero una straordinaria varietà di prodotti alimentari, tra questi lo “Xocoàtl“, prodotto che gli abitanti del luogo ricavavano dai semi di cacao;  di questo alimento avevano gran cura perché era capace di dare forza e vigore, mentre contemporaneamente esprimeva ricchezza e benessere.

Gli Aztechi ottenevano la pasta di cioccolata macinando i semi di cacao con un mattarello di pietra su uno strumento  chiamato”metate“, anch’esso lapideo.

La pasta di cacao veniva mescolata con le spezie e il tutto veniva sfregato sul “metate” fino all’indurimento del composto”.

Quindi gli ingredienti finali quali sono?

“I semi macinati,  con il loro burro di cacao, lo zucchero semolato e le spezie aromatizzanti.

Il composto, durante la preparazione, viene mantenuto a una temperatura che non fa sciogliere i cristalli di zucchero che così rimangono croccanti e integri all’interno della tavoletta.

La lavorazione “a freddo”, poi, riesce a mantenere acceso il sapore di quegli aromi che altrimenti non riuscirebbero a emmergere.”

La Sicilia ha accolto a braccia aperte una ricetta così gustosa, perfettamente in linea con la propria tradizione gastronomica.

“Si. Nella città di Modica un tempo esisteva la bellissima figura del “ciucculattaru” il quale inconsapevole del suo corrispondente spagnolo si portava dietro il metate  per produrre “a domicilio”il cioccolato che  i suoi compaesani ritenevano un alimento prima ancora che un dolce”.

Cos’è il Consorzio di Tutela del Cioccolato modicano?

“Il Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica è nato nel 2003, con lo scopo di stabilire un disciplinare di produzione del cioccolato modicano. La meta è quella di ottenere il riconoscimento IGP (Indicazione geografica protetta) per il prodotto che al momento è inserito nell’elenco dei prodotti agro-alimentari tradizionali.

Il marchio IGP viene attribuito dall’Unione europea a quei prodotti agricoli e alimentari la cui qualità dipende dall’origine geografica e la cui produzione avviene in una determinata area.

In questo modo i produttori dovranno rigidamente attenersi a delle regole previste dal disciplinare di produzione.”

Che dire? Il cioccolato modicano non va raccontato: va mangiato!

 

Roma 24 Marzo 2013

 

Daniele Voi

Daniele Voi, conduttore della trasmissione radiofonica “In mezzo a Voi” in onda tutti i giorni su Radio Mediterraneo

Tiziana

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine