Di Denise Ubbriaco

Gattinoni e la Vespa

Il made in Italy è di moda: Gattinoni, la Vespa e la tivù

La mostra “Gattinoni, la televisione è di moda”, ideata e curata da Stefano Dominella e presentata nel 2011 a Roma a Palazzo Valentini, si trasforma in un’esposizione che celebra due icone del Made in Italy nel mondo: l’Alta Moda della Maison Gattinoni e la Vespa, il veicolo a due ruote più diffuso e famoso al mondo, un’icona del design italiano.

Il percorso espositivo, volto ad esaltare il legame fra Moda, Televisione  e la Vespa, sarà aperto dal 22 marzo a 3 maggio 2013, presso  Museo Piaggio (Viale Rinaldo Piaggio, 7 Pontedera-PI). Un connubio perfetto di stile ed eleganza, nato dal fortunato incontro tra la Fondazione Piaggio e Gattinoni.

Fernanda Gattinoni (1907-2002), celebre fashion designer, pietra miliare nella cultura della moda italiana, ha avuto il merito di insegnare alle donne del Belpaese i fondamenti dello stile. Discendeva dal barone Leopoldo Carmignani, che ha dato il nome al rosso carminio e non c’è dubbio sul fatto che l’arte era scritta nel suo destino con le sue organze, chiffon, tessuti naturali, seta, linee pulite.

Madame Fernanda fu una delle prime creatrici di moda a intuire l’importanza della Televisione: il nuovo mezzo di comunicazione grazie al quale gli artisti protagonisti dei programmi potevano rivelarsi un veicolo importantissimo per divulgare il sogno dell’eleganza.

Nel 1955, la fashion designer vestì la valletta d’Italia: Edy Campagnoli nello storico telequiz Lascia o Raddoppia, condotto da Mike Bongiorno.

Un successo sorprendente, inaudito. La sua fama arrivò fino a Hollywood. Proprio in questo periodo(1955), il regista King Vidor, d’accordo con la costumista Maria De Matteis, decise di vestire Audrey Hepburn, per il colossal cinematografico”Guerra e Pace“, con gli abiti di Fernanda Gattinoni, la cui sartoria all’epoca  era all’apice del successo. Così la stilista disegnò abiti per la Hepburn e per le due attrici coprotagoniste. Il film ebbe la nomination all’oscar per i costumi.

Delia Scala, Mina, Alice ed Ellen Kessler, Ingrid Bergman, Anna Magnani, Lucia Bosè, Ava Gardner, Kim Novak, sono soltanto alcune delle dive internazionali divenute clienti abituali dell’atelier diretto da Fernanda Gattinoni.

Il Festival di Sanremo, sin dagli anni Cinquanta, rappresenta, per la maison Gattinoni, un appuntamento fisso con il palcoscenico più seguito d’Italia. Cantanti, attrici, presentatrici di tutto il mondo indossano Gattinoni, grande firma della moda italiana. Eccovi qualche nome: Ornella Vanoni, Raffaella Carrà, Iva Zanicchi, Orietta Berti, Sabrina Salerno, Mietta, Milly Carlucci, Gabriella Carlucci, Alba Parietti, Anna Marchesini, , Edwige Fenech, Gloria Guida, Antonella Clerici, Valeria Marini, Anna Falchi, Barbara D’Urso, Amanda Lear, Enrica Bonaccorti, Anna Valle, Sabrina Ferilli, Ela Weber.

Come gli abiti di Gattinoni, Vespa ha accompagnato con la varietà dei modelli lo sviluppo della società italiana, ottenendo un successo che ha trasformato il marchio in “mito” anche attraverso le sue numerose apparizioni al cinema e in televisione.

I calendari di Piaggio negli anni ’60 vedono protagoniste, accanto ai veicoli, modelle d’eccezione: da Catherine Spaak a Kasia Smutniak, da Raffaella Carrà a Filippa Lagerback, le gemelle Kessler, Ornella Vanoni, Romina Power, Sandra Milo, Stefania Sandrelli, Joan Collins, Rachel Welch, Ursula Andress, Paola Pitagora, Elsa Martinelli e molte altre.

Punta di diamante dell’incontro tra Gattinoni e Vespa è la presenza, in mostra, dell’abito indossato da Anita Ekberg ne “La Dolce Vita” di Federico Fellini accanto alla Vespa 125 del 1958 su cui sfrecciavano i paparazzi in una delle più celebri scene della pellicola.

Una meravigliosa esposizione di oltre venti abiti firmati Gattinoni e indossati dai volti più noti della televisione italiana a partire dagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri.

Un percorso cronologico scandito dai modelli più significativi della produzione di Vespa (dalla 125 protagonista della Dolce Vita di Federico Fellini alla 150 PX a tiratura limitata realizzata per i 150 anni dell’Unità d’Italia) e dalle immagini dei più bei calendari Piaggio.

In occasione della mostra si alternano proiezioni multimediali, curate da MBVision e Animation Lights Project, nelle quali le immagini televisive, celebrano due miti senza tempo della creatività italiana.

 

31 Marzo 2013

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • calendario-italiano-maggio-1966_raffaella-carr%c3%a0
  • milly-carlucci-in-gattinoni-ballando-con-le-stelle
  • save-the-date-convegno-la-professioni-della-moda
  • Roma 26 Maggio 2011
In mostra, nelle sale della sala stampa di Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma, gli abiti delle dive della televisione “GATTINONI: la televisione è di moda”.
Nella foto Stefano Dominella con Enrica Bonaccorti
Foto G.Franco Chirichilli

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine