Di Maria neve Riemma

Intervista a Enzo Miccio.

Se si sogna un matrimonio da favola, si pensa subito ad Enzo Miccio: il wedding planner più celebre d’Italia!

Gusto, eleganza e raffinatezza sono solo alcuni elementi che caratterizzano gli eventi organizzati da Enzo Miccio. Di origini partenopee, da molti anni vive a Milano dove ha maturato un’esperienza ultra decennale nel campo del wedding. Conduttore su Real Time di “Wedding Planner” e di “Ma come ti vesti”, incanta tutti con preziosi consigli. Autore di diversi libri, tra i quali l’ultimo intitolato “Cercando Grace”, ha avviato una scuola di formazione professionale: la “Enzo Miccio Academy”. Un laboratorio creativo dedicato alla formazione di chi desidera svolgere quest’attività specializzandosi non solo nel settore del wedding & event design, ma anche della moda e della bellezza.

La Enzo Miccio Academy nasce quale laboratorio creativo dedicato alle professioni più innovative, dal Wedding Planner al Consulente d’immagine e Personal Shopper; dal Make up Artist al Cool Hunter. Con sede a Milano in via S.Prospero 4, la scuola di Miccio adotterà una formula “mobile”: i corsi saranno proposti in tutta Italia, valutando di volta in volta le città interessate secondo la richiesta.

Le prime città a ospitare l’Academy saranno: Roma, con il corso di Wedding Planner, in programma dal 18 al 22 aprile presso l’hotel Barcelò Aran Mantegna;  subito dopo Milano, con il richiestissimo corso di Consulente d’immagine e Personal shopper, dal 14 al 17 maggio presso l’hotel Dei Cavalieri con lo stesso Enzo e giornalisti del settore moda e lusso, make up artist e la bellissima Filippa Lagerback.

Informazioni complete sull’Academy, sono disponibile sul website www.enzomiccio.com oppure scrivendo ad academy@enzomiccio.com .

 

FNM  lo ha intervistato in esclusiva per scoprire qualcosa di più su questa sua interessante ed esclusiva iniziativa.

Un’altra sfida un’altra avventura: apre la Enzo Miccio Academy. Sei emozionato?

Più che emozionato sono molto carico. Questa è una sfida più importante rispetto alle altre, perché parliamo di formazione di professionalità. Io vorrei assicurare, se mi è possibile, un futuro o una speranza lavorativa ai tanti giovani che hanno deciso di percorrere la mia stessa strada. Ricevo tantissime persone che mi chiedono della mia professione e di quali siano stati i miei percorsi lavorativi. Mi sono sempre occupato solo esclusivamente del Wedding, adesso voglio dare un sostegno attraverso l’Accademia e ampliare questa materia.

Personaggio televisivo, wedding planner, oppure wedding designer, chi è veramente Enzo Miccio?

Vivo la quotidianità, il mio sapere, la conoscenza grazie alla mia professione. Ne ho fatto uno stile di vita. A un certo punto ho portato la mia vita in televisione, con alcuni programmi televisivi, e ora non è facile descrivermi. Forse sono un po’ tutto, rimanendo sempre nel mio ambito.

Quando hai iniziato la tua carriera, il ruolo di wedding planner era sconosciuto alla maggior parte delle persone. Da chi ha appreso quest’arte?

Ho iniziato per puro caso, ho organizzato un matrimonio di un’amica, poi dopo, un altro ancora più importante, dove una mamma era in difficoltà nell’organizzare il matrimonio della figlia e mi ha chiesto aiuto.

Ho solo seguito il mio istinto, la mia cultura e la mia educazione familiare, e tutto questo l’ho scritto nel mio libro pubblicato due anni fa, nel 2011, dal titolo: “Matrimonio da Favola”.  Fin da piccolo restavo incantato quando mia madre apriva le porte del salone della mia vecchia casa e apriva i cassetti per imbandire la tavola per un’occasione speciale. Ho sempre avuto, in maniera innata, la cultura dell’ospitalità, forse perché sono meridionale ed ho un legame forte con la mia terra. Forse si potrebbe definire un’attitudine la mia…

Wedding planner vuol dire: buon gusto nel vestire, ricercatezza nell’arte di arredare, di addobbare e di organizzare. Ma wedding planner si nasce o si diventa?

Wedding planner si può diventare, anche se ci sono delle caratteristiche da rispettare. In linea generale è chi pianifica il matrimonio, ma sicuramente deve essere una persona dotata di buon gusto. Occorre, inoltre, essere supportati da una buona dose di creatività.

Con la crisi attuale si può ancora realizzare un matrimonio da favola?

Certo che si! Il buon gusto non ha prezzo. Il buon gusto non è legato a cifre alte o basse. Il buon gusto esiste indipendentemente dalla crisi, dai soldi e dal budget a disposizione.

A chi sono rivolti i corsi della tua nuova Accademia?

A tutti. A professionisti che vogliono approfondire la propria conoscenza e a persone che hanno voglia di avvicinarsi a questa materia. A tutte quelle persone che ruotano intorno al mondo del matrimonio.

Quali sono le doti che dovrebbe avere l’allievo ideale?

Innanzitutto bisogna capire quali sono le sue capacità, le sue attitudini e saperle valorizzare. Le persone che seguono i miei corsi, non devono necessariamente diventare wedding planner ma possiamo sicuramente trovare un percorso parallelo che non deve necessariamente portare all’apertura di un’agenzia.

Un consiglio a chi volesse seguire le tue orme.

Professionalità.

Il tuo segreto?

Il mio segreto non lo dico: è un segreto!

12 aprile 2013

 

Redazione

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine