Di Alba De Biase

Fet Drapo

Si è celebrata il 18 maggio la festa della bandiera haitiana a Roma. Festa molto sentita dagli haitiani nel mondo, che quest’anno hanno potuto raccogliersi anche a Roma intorno al loro simbolo.

 

Il 18 maggio, presso Chiaraidea in Via dei Cerchi 75 a Roma, si è svolta la festa della bandiera haitiana, per la prima volta qui in Italia. La festa celebrata dagli haitiani in tutto il mondo, è molto sentita in patria, dove il giorno festivo viene dedicato ad omaggiare la bandiera, ma anche al riposo e allo svago.

Dopo 3 anni dall’ ultima tragedia, causata da un violento terremoto di magnitudo 7.3, che ha provocato migliaia di vittime e ridotto la nazione in macerie, la festa della bandiera diventa un occasione di raccoglimento e riflessione, ma anche di unione e superamento delle difficoltà.

La giornata di festa, è stata organizzata da HaitiItalia, Fraternità Haitiana e Comunità Haitiana in Italia, per stimolare la conoscenza e la comprensione di riti, simboli e spiritualità che riflettono archetipi e valori umani universali, senza frontiere: nostalgia, solidarietà, armonia.

Vogliamo citare come rappresentante di armonia la stilista italo-haitiana la stilista Stella Jean, che porta in passerella i colori e l’allegria haitiana unita ad un design originale e coinvolgente.

Usando la bandiera Haitiana come filo conduttore, insieme hanno cerato una serie di eventi  per presentare la tradizione, la ricchezza e i fermenti di una cultura misconosciuta e di tutto un popolo.

Tra gli eventi: “FashionABLE Haiti”, un progetto internazionale che ha l’obiettivo di rilanciare l’economia e la rinascita di Haiti attraverso la moda. I ricami vèvè ed i naif dipinti sui capi, quali componenti della tradizione artistica, tessile e culturale caraibica, sono realizzati su stoffe italiane da pittori e ricamatrici haitiani, unendo sulla stessa etichetta l’eccellenza sartoriale italiana e quella artistica ed artigianale di Haiti. Hanno sfilato modelle scelte tra le haitiane residenti in Italia.

“Viaggio verso la città di Ife”: Danza Afro-Haitiana a cura dell’Associazione Culturale “Simbi”, per la quale si ringrazia, Lucina De Martis, fondatrice dell’Associazione, è stata la prima a importare la danza afro-haitiana in Italia sin dagli anni ’80 e a veicolarla come precisa disciplina artistica. Laureata in architettura e allestimento scenico-architettonico all’Università La Sapienza di Roma, ha soggiornato negli Stati Uniti, a Haiti, Cuba, e conseguito il diploma per l’insegnamento della danza afro-haitiana da Madame Lavinia Williams all’Alvin Ailey American Dance Center di New York.

I fondi raccolti grazie alle libere offerte del pubblico e alla vendita di fritay, tipico cibo haitiano di strada, dedotte le spese, sono stati devoluti in favore dei progetti delle associazioni organizzatrici. Haititalia sostiene i progetti dell’Ong CISV in Haiti.

22/05/2013

 

 

Alba De Biase

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine