Di Ivano Rocco Montrone

Orologi senza tempo

Limited Edition e preziosità rare nel mondo dell’orologeria svizzera.

 

Si sa, il passare del tempo è una di quelle cose che l’uomo non può controllare, non può gestire. Spesso vorremmo che passasse più velocemente, soprattutto nei momenti meno gradevoli, e altre volte vorremmo che scorresse molto lentamente per poter godere al meglio attimi speciali e indimenticabili. Purtroppo questo non è possibile, ma possiamo almeno osservare lo scorrere del tempo indossando orologi che spesso diventano vere opere d’arte di ricercatezza.

E a chi affidarsi se non ai grandi maestri orologiai svizzeri?

Boegli, marchio svizzero di orologi musicali artigianali, presenta un nuovo progetto. L’abilità tecnica dei migliori artigiani e un design innovativo si incontrano nella nuovissima “Serie Zero” del rinomato marchio Boegli. L’orologio, disponibile in due colori, è composto da un quadrante in vetro zaffiro che lascia intravedere il meccanismo e il carillon, che suona ogni ora. In titanio sono la cassa e la fibbia, e quest’ultima chiude un prezioso cinturino in alligatore. La nuova “Serie Zero” by Boegli è una Limited edition di soli 99 pezzi.

Ma l’orologio non è solo un accessorio prezioso e costoso. Basti pensare ai meravigliosi modelli Swatch. Swatch, anch’esso marchio svizzero, con le sue creazioni di orologi in plastica sottili composti da cinquantuno parti , è stato capace di rivoluzionare il mondo dell’orologeria offrendo un ottimo rapporto fra qualità – prezzo. Ogni Swatch è diventato un must-have. Oggi il marchio festeggia 30 anni di successi proponendo Swatch Est 1983, appartenente alla collezione New Gent; è un orologio con una cassa e un cinturino in plastica con  quadrante scheletrato. La particolarità si rinviene nei meccanismi di colore dorato, dove appare la scritta “Celebrate” in nero e la rappresentazione degli anni che raccontano la vita del brand: 1983-2013. Inoltre ogni tacca raffigura un modello cult nato nel corso degli anni come quello Irony, Pop, Beat, Touch e così via, senza tralasciare le numerosissime collaborazioni con stilisti, artisti e atleti.

Ma quando si parla di orologi non si può non annoverare Rolex. Ecco allora l’Oyster Perpetual Cosmograph Daytona, realizzato nel 1963, esattamente cinquant’anni fa, che trova una nuova e prestigiosa versione. Il cronografo da cui non si separava mai Paul Newman, è ora tutto in platino 950, con lunetta Cerachrom monoblocco di colore marrone e quadrante blu ghiaccio. La progettazione e la qualità di fabbricazione gli conferiscono una precisione e un’affidabilità che non temono confronti. L’organo regolatore, autentico cuore dell’orologio, è dotato di spirale Parachrom blu, brevettata e prodotta da Rolex in una lega esclusiva. Insensibile ai campi magnetici, questa spirale vanta una grande stabilità rispetto agli sbalzi di temperatura e, in caso di urto, rimane fino a dieci volte più precisa di una spirale tradizionale.

23 maggio 2013

Ivano Rocco Montrone

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine