Di Umberta Castellano

Fashion Spa: un aperitivo in relax.

Lo stress che ci accompagna tutti i giorni, i pensieri che ingombrano la nostra testa. Rilassarsi e “farsi belli” sarà da oggi il nostro imperativo: con “Fashion Spa” si apre una nuova prospettiva di vita.

 

Un dj, un buffet e tanti ospiti: relax per tutti, questa l’accoglienza la domenica presso la struttura 4you Wellness&Spa, in via della Nocetta, 105.
In un ambiente lussuoso, si scopre l’unicità di un’ampia superficie interamente dedicata al benessere dei clienti dell’Atahotel Villa Pamphili. Un vero e proprio mondo dove dedicarsi alla cura di se stessi; infatti il centro benessere, con giardini zen, è suddiviso in tre parti: la palestra, la zona trattamenti e la Spa. Certo, una vera e propria estraniazione dal mondo e dai problemi quotidiani. Un “mondo” che è stato mostrato al pubblico, in una sorta di Open Party, dove i numerosi ospiti hanno potuto usufruire di tutti i benefici della struttura (sauna, bisauna, bagno turco, piscina, idromassaggio, docce emozionali, massaggi e trattamenti estetici) e del make up waterproof, completamente resistente all’acqua, applicato dalle make up artist della scuola d’estetica “Afrodite”. Il tutto accompagnato dalle musiche de dj Michael Fedeli e Enrico Silvestrin (attore, conduttore e cantautore italiano). A completare la bellissima serata, la particolarità di due brand: “Chiara D.” e “Minimal fetish”.

Chiara D.

Linea di beachwear realizzata in Italia dalla stilista Chiara De Concilio. Attenzione al cliente, qualità, eleganza e creatività accompagnano la linea “Chiara D.” (che ricordiamo essere totalmente Made in Italy). Fonte d’ispirazione per la collezione è stata la civiltà Maya (una reazione alla “scampata” fine del mondo?), naturalmente rivisitata per renderla il più moderna possibile.

Ma cosa spinge Chiara De Concilio, laureata in economia aziendale e impiegata presso una multinazionale, a dare una svoltadecisiva alla sua vita professionale? Lei stessa dice: “La passione è un sentimento libero che domina la nostra personalità e ci indirizza verso la missione della nostra vita. Per farcela bisogna crederci”.

Minimal fetish

Linea di scarpe della stilista Ludovica Argentina. Ma, da dove nasce il nome di questa collezione? Fetish, feticismo, seduzione. Molti sono gli uomini che amano le scarpe da donna, e per sedurli, Ludovica non ha fatto altro che pensare a questo loro punto debole. Scarpe, scarpe e ancora scarpe! Naturalmente con marchio Made in Italy.

Cosa accomuna i due brand?! Beh, il voler esaltare la donna: quella giovane, raffinata e consapevole della sua femminilità, che non si preoccupa troppo di mettere in mostra le proprie linee sinuose e la trasgressività accentuata da una scarpa con un tacco importante.
Fashion Spa” si è anche preoccupato di informare e consigliare le ospiti circa i trattamenti del viso con i prodotti di Tregena Benessere.

Azienda Italiana leader nella cosmesi, Tregena Benessere promuove la linea Viso composta da quattro particolari prodotti studiati per il benessere di ogni tipo di pelle. Il marchio gode della GMP (Good Manufacturing Practice), che è quella parte dell’assicurazione di qualità che garantisce la rispondenza ai parametri autorizzati nel dossier di registrazione. E indovinate? Tutti i prodotti firmati Tregena Benessere sono Made in Italy e, importante, non testati su animali.
Ma la quarta novità più “gustosa” del party, non era Made in Italy: ebbene si, perché gli italiani si sa, sono ospitali, e anche in questa occasione si è fatto spazio alle nuove tendenze: il Frushi.

Non è un abito, né una scarpa; è un cibo che a prima vista somiglia al sushi, ma in realtà è formato da vari accostamenti di frutta. Il primo “Frushi bar” a Roma fu aperto nel 2010 da Claudio Roco, nella suggestiva isola Tiberina. Buonissimo e gustoso, è vietato mangiarlo con forchetta e coltello: si usano le bacchette.

Likable

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine