Di Marina Furegon

Zori mon amour.

Made in Japan. In esclusiva per i lettori di Fashion News Magazine. L’esperta di Giappone Marina Furegon ci conduce alla scoperta del Sol Levante, in una serie di racconti tutti dedicati alla moda, alle tendenze, al costume ed alla società che tanto affascina noi occidentali da sempre.

Se pensando o indossando questa stagione un paio di flip flop vi viene in mente una bellissima spiaggia brasiliana o hawaiiana, vi state proprio sbagliando. Le più amate ciabattine da spiaggia, prendono origine dai famosi Zōri giapponesi. Originariamente fatte con materiali naturali: paglia di riso, stoffa, legno laccato, bamboo, fanno la loro comparsa in Nuova Zelanda e negli Stati Uniti, negli anni della seconda guerra mondiale, contaminando tutto il mondo.

Usate tutt’ora in Giappone per completare un abbigliamento formale, si distinguono dalle famose gheta che invece accompagnano un abbigliamento informale o da lavoro. La suola piatta e l’infradito “hanao” imbottito, di velluto, di paglia, broccato, chirimen (crepe di seta giapponese) per le donne (solitamente di colore rosso o colorato), differisce da quello per gli uomini di colore bianco o nero in vinile o velluto. Come abbigliamento formale, tutti i zōri richiedono l’uso di calzini tabi bianchi, anche se nell’abbigliamento maschile  spesso il loro uso può essere evitato.

Per rendere ancora più elegante il proprio vestiario, spesso si cambia (sostituendoli mediante i lembi della suola degli zōri) l’hanao, coordinandolo con gli accessori o con il colore del kimono indossato. Le suole di vinile o paglia che si voglia, sono disponibili in vari spessori; la facilità nel calzare gli zōri, permette di toglierli e rimetterli con estrema facilità (in una cultura come quella giapponese, l’etichetta e non solo, lo richiede molto frequentemente).

Una curiosità: se imbattendovi nel calzare un paio di  zōri non riuscite a distinguere la destra dalla la sinistra, nessun problema, potete tranquillamente indossarli ad occhi chiusi perché l’attacco dell’hanao negli  zōri è completamente simmetrico, quindi non c’è differenza tra le due scarpe!

Per saperne di più:

Japan Footwear Museum

The new kimono– from vintage style to everyday chic

Zōri Craft 04 Book Weave Beautiful Japanese Sandals

Nuno Zōri – Cloth Slippers and Shoes – Japanese Craft Book

Tutti gli articoli Made in Japan qui.

 

 

Likable

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine