Di Stefano Galli

Tommy Emmanuel

Il 5 Luglio, intorno alle 21:15, non appena il sole ha lasciato il posto alle stelle nel cielo di Roma, nello splendido parco della Casa del Jazz si è creato un momento di  irreale silenzio, il folto pubblico era completamente assorto in una magica e avvolgente atmosfera,  intessuta dalle note della chitarra di Tommy Emmanuel, uno dei più esplosivi e sensibili artisti della sei corde della scena mondiale.

Un musicista con la “M” maiuscola che, con la sua impeccabile tecnica ed il suo enorme cuore, ha coinvolto gli astanti  in una singolare e ironica “passeggiata” tra i generi musicali, presentando un repertorio che passava  dal Blues al Jazz, dal Country al Bluegrass, intervallando atmosfere deflagranti con  momenti dolcissimi e meditativi.

L’artista australiano ha suonato per due ore circa, costellando la serata di momenti emozionanti: dalla lunga medley di brani dei Beatles  ai Platters, da Hendrix ai Deep Purple, da Chet Atkins all’impressionante chitarra-batteria, in cui si è “divertito” a creare dei coinvolgenti groove percussivi suonando con le spazzole su qualsiasi cosa producesse suono.

Tommy Emmanuel  non è solo un grande esecutore e arrangiatore, ma anche un raffinato compositore, ed è proprio nelle sue composizioni che tutte le sue contaminazioni ed esperienze musicali prendono forma, costringendo il cuore a pulsare seguendo il ritmo dei suoi brani.

Il concerto di Mr Emmanuel  è stato uno spettacolo emozionante e coinvolgente, condito di ironia, perizia e sentimento,  è andato in scena nel parco della Casa del Jazz che, dal 28 Giugno al 4 Agosto  ospita il JAZZ FESTIVAL 2013. La programmazione vanta ancora molti concerti di altissimo livello, con artisti italiani e internazionali.

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine