Di Elettra Nicotra

Print Mania.

Trend della prossima stagione: il print. Arte in movimento: che sia ispirato ad un quadro contemporaneo, ad un pattern retrò, allo skyline di una grande città o intriso di simbologie psichedeliche, lo stampato è protagonista. L’uomo proposto da FNM, sfoggia le texture più vistose, che raccontano la sua storia e definiscono una forte personalità.

 

Se una t-shirt bianca fosse una tela immacolata e Philipp Plein iniziasse a spennellare le tracce di un pattern astratto e carico di quelle simbologie che tracciano l’iconografia americana? Se Marc Jacobs unisse l’arte street alla grafica metropolitana esclusivamente realizzata dal noto artista newyorchese Bast? E se la stessa città, con le sue luci colorate che spiccano nel cielo notturno, diventassero un print per Moschino?

Non sono solo supposizioni, è la concreta direzione del design di moda che come spesso accade, cammina a braccetto con l’immediatezza dell’arte di strada, quella che racconta della nostra società, di chi siamo e verso dove stiamo andando.
C’è spazio per la nostalgia, poiché le radici del passato tornano sempre: ed ecco che vengono citati i vecchi broccati delle carte da parati liberty nei pezzi di Zegna o di Ann Demeulemeester.

Un occhio al futuro? Kenzo stampa gli skinny pants con una visione del nostro cielo, dove le nuvole dalle forme insolite e allungate, risultato delle scie chimiche e dell’inquinamento ci portano all’allarme Planet Earth: un problema sempre più persistente e reale del nostro tempo.

PANTALONI
- Kenzo
- Dries Van Noten
- Paul Smith

CAMICIE
- Paul Smith
- Martin Margiela
- Ann Demeulemeester

CRAVATTA
- Ermenegildo Zegna

GILET
- Moschino

T-SHIRT
- Philipp Plein
- Marc Jacobs

BLAZER
- Viktor & Rolf

FROM THE RUNAWAY:
- John Galliano
- Andrea Pompilio

Likable

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine