Di Giovanna Maria de Marco

Il primo astronauta italiano della nuova generazione di astronauti europei a “Volare” nello spazio.

Nel blu dipinto di blu, felice di stare lassù.. più che il testo della nota canzone “Volare” di Domenico Modugno, sembra l’espressione che meglio sintetizza il sentire del nostro astronauta italiano Luca Parmitano che, il 28 Maggio, ha raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale assieme al cosmonauta russo Fyodor Yurchikhin (con alle spalle ben 3 precedenti voli spaziali) e l’astronauta della NASA Karen Nyberg (che nel 2008 è stata la cinquantesima donna a volare nello spazio).

A sentire le prime interviste di Luca Parmitano, si percepisce subito la serenità a bordo della stazione spaziale, dove ha trovato una piacevole accoglienza, come ci conferma il video. D’altro canto, è impossibile sentirsi soli sotto la protezione di un cielo stellato e tra le note musicali che, dalla Terra, omaggiano l’equipaggio sospeso in un angolo d’Infinito.
Infatti, il cantante Alan Parsons, in occasione della tappa romana del suo concerto, ha dedicato a Luca la sua canzone preferita:  ”An eye in the sky“.

Siciliano, originario di Paternò, condivide quei valori di famiglia, umiltà e amicizia molto forti. Orgoglio nazionale, ha ricevuto la medaglia d’argento al valore aeronautico dal Presidente della Repubblica Italiana. Persona determinata, pronta a dare il meglio di sé, Luca si è perfettamente ambientato con il resto dell’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Vive un’atmosfera serena che si auspica di trovare anche in Italia al suo rientro. Ci dice infatti: “speriamo che l’Italia trovi la strada per andare avanti. Probabilmente, la parola chiave è armonia, in Italia e nel resto del mondo”.
Un augurio, questo, sicuramente condivisibile, che risiede già da tempo nel cuore degli italiani. Una sfida utopica che, ci giunge dall’alto come un appello. Un invito ad abbracciare i sogni che ci sembrano lontani ed irrealizzabili. Parmitano ce l’ha fatta e sta condividendo il suo entusiasmo con noi: infatti, il sogno della vita di un’astronauta è trasformare l’impossibile in possibile, ovvero poter esplorare lo Spazio. Lui è il primo della nuova generazione di astronauti europei (selezionati nel 2008 tra oltre 8000 candidature inviate all’Agenzia Spaziale Europea) ad approdare sull’ISS (International Space Station). Vanta anche il merito di essere il primo italiano ad andare a spasso fuori dall’ISS per compiere una “spacewalk” (una passeggiata spaziale, o meglio, come si dice in linguaggio tecnico, attività extraveicolare). “Extravehiculare Activity (EVA), circa 7 ore di lavoro fuori dalla stazione spaziale. Sogna di portare la bandiera italiana fuori dalla navicella spaziale e noi tutti che lo seguiamo da qua giù, facciamo il tifo per lui oltre che inviare a tutto il team un grande e, soprattutto, volante in bocca al lupo“.

Sorvolerà la terra a 400 km di altitudine per sei mesi. Durante i 166 giorni dedicati alla “Missione Volare“, Luca dovrà cimentarsi in diversi esperimenti che spaziano dal campo della fluidodinamica, alla scienza dei materiali, passando per la biologia, la fisica e la psicologia. Nel tempo libero, Luca ha promesso di non guardare film o leggere libri, per dedicarsi interamente alla contemplazione del creato, e a fotografare le bellezze della terra dall’alto della cupola. Oltre all’occasione di scoprire nuovi punti di vista ed esplorare nuove frontiere, la sua  missione racchiude nel nome la garanzia di un “viaggio nel viaggio”.

Non solo un percorso tra esperimenti scientifici, ma anche un’esperienza culinaria resa possibile dal cuoco David Scabin. Per la prima volta, infatti, sarà possibile assaporare, in orbita, una lasagna in versione disidratata e sottoposta ad un processo di termo stabilizzazione (potrà quindi essere scaldata con il fornello a bordo). 6 mesi totalizzanti a livello professionale e personale, come l’opportunità di un viaggio interiore alla scoperta e incanto del nostro pianeta.
Son stati molti gli astronauti che hanno testimoniato di aver avuto il privilegio di gustare attimi di bellezza infinita affacciandosi sul mondo. Pochi mesi fa, l’astronauta olandese Andrè Kuipers ha raccontato che il nostro pianeta appare come un “meraviglioso quadro dipinto da qualcuno“, e che “l’Australia ed il Brasile sono le zone più emozionanti da ammirare dall’alto dell’oblò“.

Pare che guardare dalla finestra sia una delle attività contemplative più emozionanti ed uniche da vivere a bordo dell’ISS. Allora FNM ringrazia infinitamente gli ambasciatori dello spazio per regalarci questi attimi d’infinito, e farci riscoprire la fragilità e la grandiosità del nostro piccolo grande pianeta Terra.

FNM ringrazia l’Agenzia Spaziale Europea per il contributo delle immagini e vi invita a scoprire dove si trova la Stazione Spaziale.

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • 8743244301_fe4c933a04_z
  • 8877050778_24b0b8ef09_z
  • 8938649399_000f00bb24_z
  • 8976168965_9631f76854_z
  • 8976172157_7db173cfd2_z
  • 9004790375_94b2e8bcae_z
  • 9005918330_aca354af38_z
  • 9026514134_f8d04c7352_z
  • 9030141201_dbcc517484_z
  • 9032374740_1bb556fc28_z
  • 9091720786_06e627b8cc_z
  • 9221510369_b1611782f1_z
  • 9258037123_c5621c52e3_z
  • 9310426653_f78dc5f6a1_z
  • 9317421167_3bea94556b_z
  • 9359899334_6c3df2ac00_z
  • 9402799650_718edde8db_z
  • changing_the_socket_on_my_pgt_after_recovering_the_cpla_node_full_image
  • emu_suit_fit_check_suit_is_pressurized_node_full_image

Redazione1

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine