Di Valentina Rossi

Abbronzatura senza rischi grazie ad una molecola.

Scottature da spiaggia? Tutto risolto grazie ai ricercatori americani che hanno scoperto la molecola responsabile.

 

Buone notizie per gli amanti della tintarella. Un gruppo di ricercatori americani coordinati dalla Duke University, ha identificato la molecola Trpv4, responsabile del bruciore provocato dalle scottature del sole. A chi non è mai capitato di prendersi una scottatura d’estate al mare? Magari in quelle giornate assolate ma un po’ ventilate, perfette per stare un intero giorno in spiaggia…

Quando ci si espone alle radiazioni solari ed in particolare ai raggi ultravioletti uvb, bisogna stare molto attenti ai segnali che la nostra pelle ci manda. I raggi infatti, se da un lato aiutano le cellule della pelle a produrre molecole fondamentali per il benessere del corpo (come ad esempio la vitamina D), dall’altro possono provocare danni al DNA e quindi malattie della pelle in caso di sovraesposizione. Le scottature sono proprio quei segnali che la nostra pelle ci manda, un avvertimento per farci cessare l’esposizione al sole.

Grazie a questa scoperta messa a punto dai ricercatori americani, sarà possibile non solo prevenire e trattare le bruciature permettendo di aggiungere un elemento alle creme solari protettive, ma anche contribuire alla prevenzione dell’invecchiamento della pelle e soprattutto delle malattie provocate dal sole.

La foto di apertura è stata presa di qui.

Redazione Centrale

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine