anderson_tantrum-08-FNM

di Giulia Iani

Tantrum Club

Il partner ci ha lasciato, e uno dei modi per sfogare il nostro dolore è urlare e prendere a pugni un cuscino? La soluzione efficace ai nostri problemi di cuore arriva dall’Inghilterra, dove un energico duo femminile ha fondato la prima associazione dove poter fare tutto questo (e molto di più!).

 

L’idea di aprire il Tantrum Club nasce dalle due fondatrici (Adele Theron e Bridget Hunt) per aiutare tutte le donne abbandonate dal proprio compagno ad esprimere le loro emozioni. Dopo aver studiato varie terapie (come la PTSD, “Disturbo Post-Traumatico da Stress”, l’insieme delle forti sofferenze psicologiche che conseguono ad un evento doloroso), sono state create una serie di tecniche che consentono alle donne di esprimere se stesse abbattendo la fonte del loro stress emotivo.

Alcune di loro, in seguito alla fine di una storia, trascorrono ore ad analizzare la loro tristezza, la frustrazione e la rabbia, nel tentativo di trovare una soluzione in grado di far emergere le loro sensazioni interiori. Tuttavia, non è sempre facile riuscire nell’impresa e la maggior parte delle volte tutto ciò si ripercuote sul nostro stato psico-fisico. Gli studi condotti dalla neuroscienziata statunitense Candace Pert, hanno dimostrato che il cervello umano non è in grado di controllare le nostre emozioni. E se la nostra mente non è totalmente in grado di venirci incontro, allora ciò di cui abbiamo realmente bisogno per spazzare via il rancore e far riemergere la serenità è aderire al programma del Tantrum Club. Qui si è seguite da istruttrici che in materia di stress se ne intendono eccome!

Una fra queste (Chris Avenell), madre di cinque figli e lavoratrice a tempo pieno, ne sa qualcosa. L’obiettivo del programma Tantrum è sfogare la frustrazione senza indirizzarla ad un’altra persona ma cercando alternative valide come urlare mentre si usa una mazza da baseball contro un tappeto imbottito, scrivere su un palloncino i pensieri negativi e scoppiarlo con un oggetto appuntito, e, per chi avesse un bisogno urgente di sfogarsi, c’è anche una linea telefonica (disponibile sul sito ”Phone and Rant“) dove potersi liberare dall’avvilimento in 5, 15 o 30 minuti e poi riattaccare.

Gli unici requisiti per accedere al Club sono due: avere più di sedici anni e, naturalmente, essere donne!

La foto di apertura è stata presa qui.

Likable

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine