Foto-Roma-Web-Fest-2013-FNM

Di Martina Morlé

Roma Web Fest 2013.

Le web serie stanno rivoluzionando abitudini e interessi; il pubblico è sempre più vasto e gli autori sempre più attivi.

 

Provate a chiedere ad un vostro amico ciò che guarda nel tempo libero e sfidatelo a non pronunciare la parola web… impossibile: l’intrattenimento si è fatto virtuale e i protagonisti sono cambiati. Belli, brutti, precari o misteriosi i nuovi volti del web si stanno facendo largo tra la folla, e il perché è molto semplice; quelle scene, quelle storie e talvolta anche quelle parolacce parlano di noi. Pochi minuti e via: “anche per oggi abbiamo imparato qualcosa o ci siamo semplicemente divertiti”.. è questo lo spirito e l’approccio alle web serie.

Un  fenomeno dilagante che sta rivoluzionando il cinema, la tv e tanto altro; un’intuizione geniale che sta già regalando tante soddisfazioni ai più bravi. E’ stata la svolta dei giovani creativi che, seppur non disponendo di grandi mezzi sono riusciti a concretizzare idee fantastiche, probabilmente partendo da un simpatico brainstorming tra amici. Perché in fondo, per arrivare lontano, si può iniziare da qui: bastano due chiacchiere, una storia e forse un iphone.

Pollice in su, pollice in giù: il popolo del web decide all’istante chi deve andare avanti e chi no.  I like contano come non mai e gli autori possono controbattere a loro volta; insomma è un mondo interattivo che non si lascia sfuggire nulla.

The Pills, Stucks, Lost in Google, Freaks: sono loro i nuovi sovrani del web. I tradizionalisti avranno bisogno di più tempo per amarli, mentre i più giovani li seguono già assiduamente. Una puntata dopo l’altra davanti al pc o lo schermo dello smartphone  in metro e in bus; tutto veloce, diretto e chiaro. Siamo già a buon punto, ma possiamo fare ancora meglio grazie al Roma Web Fest, l’unico festival delle web serie italiano gemellato con Los Angeles, Vancouver, Hong Kong e Marsiglia.

Saranno 3 giorni (dal 27 al 29 settebre) densi di creatività al Teatro Golden; tanti  ospiti e nuove idee da proporre a una giuria formata da Luca Argentero, Marco Gaudioso (sceneggiatore), Marco Poccioni (produttore) e Michael Ayakwe (direttore artistico e fondatore del Los Angeles Web Fest). Non mancheranno gli stessi autori delle web serie: il gruppo La Buoncostume, lo studio digitale i Licaoni, The Jackal, I Nirkiop, Luca Vecchi (The Pills) e tantissimi altri con numerosi progetti e novità.

Redazione

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine