Fashion-news-magazine-London-Fashion-Week-SS14-Christopher.Kane-101-682x1024

Di Dario Bentivegna

London Fashion Week Spring/Summer 2014.

Londra rafforza la sua importanza nel circuito delle Fashion Week internazionali con un’edizione SS2014 di altissima qualità. Eccovi il best of della LFW SS14.


Dopo avervi parlato di come il British Fashion Council abbia coinvolto anche l’high street londinese e del branding della Fashion Week affidato a Nicholas Kirkwood, eccovi il meglio di ciò che ha sfilato in passerella. Non possiamo non cominciare con l’attesissima sfilata di Christopher Kane, la prima dopo l’acquisizione da parte del gruppo Kering (ex PPR) di Francois Pinault. Il consistente investimento, infatti, ha suscitato la curiosità di buyer e stampa, nel vedere l’effetto di tale nuova partnership. Kane non ha deluso, anzi ha stupito con una collezione creativa, originale e commerciale allo stesso tempo, ispirata ai fiori e alla natura ma con un tocco di modernità e humor.

Sulla stessa scia anche Burberry e Mulberry, marchi storici del made in England che hanno presentato delle collezioni floreali. Christopher Bailey, messo da parte l’intramontabile trench, ha dato spazio ad un altro caposaldo della produzione tessile britannica, il pizzo di Nottingham, declinato in tinte pastello e decorato con l’iconica English Rose.

Una simile palette si è vista anche da Mulberry che ha alternato abiti vedo-non-vedo con outfit BCBG riccamente ricamati e impreziositi da fitte stampe a fiori.
Dalla natura, passiamo alle scarpe con Mary Katrantzou, la “regina” delle stampe digitali. Ogni stagione la designer di origine greca, ma che lavora e produce a Londra, sbalordisce i suoi fans, la stampa e i buyer con stampe vividissime e volumi inaspettati. Sneaker e brogues le calzature stampate, ingrandite, tagliate ed incollate su abiti e top, a creare una collezione in equilibrio tra sportività ed eleganza. Stesso binomio da Jonathan Saunders, il quale, ispiratosi agli hippie di fine anni ’60, ha fatto sfilare una collezione eclettica, colorata che è già una delle preferite dai buyer. Outfit dai capi che si possono indossare per un total look, ma che funzionano a meraviglia anche singolarmente o ricombinati tra loro. 

Infine una menzione particolare va fatta per Roksanda Ilincic, conosciutissima tra gli addetti ai lavori, una designer di successo in Inghilterra, ma ancora sconosciuta ai più. La sua ascesa e’ iniziata quando, a sua insaputa, i suoi abiti da sera furono indossati a pochi mesi di distanza sia da Kate Middleton che da Samantha Cameron (moglie del Primo Ministro David Cameron) un paio di anni fa. Per la stagione SS2014 la Ilincic, ispiratasi al Neo-Concretismo brasiliano, ha fatto sfilare una collezione mininal, raffinata e punteggiata da colori sgargianti ma non chiassosi.

L’epoca in cui la LFW era vista solo come fucina di talenti e creatività fine a se stessa, è definitivamente tramontata, e grazie al supporto del British Fashion Council e di massicci investimenti, anche Londra ha raggiunto la maturità di Milano e Parigi.

Foto di apertura: Eva K. Salvi

Fashion World

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine