Foto Annie Lenox FNM

Di Noemi Bruni

La critica di Annie Lenox.

“L’industria discografica sta assassinando la musica!” ed è subito polemica: Annie Lenox accusa l’esagerazione di molte cantati pop.

Tutto ha avuto inizio con una lettera aperta scritta da Sinéad O’Connor a Miley Cyrus, pubblicata sul social Twitter. La cantautrice irlandese invitava la popstar statunitense a non “Lasciarsi prostituire” dalle major e a riprendere il controllo della propria immagine. Da qui una saga infinita di controrisposte da ambo le parti, con accuse e affermazioni di vario genere, talvolta anche personali.

Miley Cyrus FNM

Segue una sfilza infinita di schieramenti, pro e contro, provenienti dal mondo della musica. Tra questi scende in campo anche Annie Lennox, ex Eurithmics, con un duro post su facebook in cui etichetta come pornografiche le performance di alcune colleghe, con chiari riferimenti a Britney Spears ed ancora una volta alla Cyrus, un tempo icona Disney per le teenager grazie al ruolo disincantato e puro di Hannah Montana nell’omonima serie televisiva.

Il seme della discordia è la presunta eccessiva sessualizzazione che ultimamente colpisce l’immagine di numerose dive del pop internazionale che utilizzano provocazioni sessuali gratuite come una scorciatoia garantita verso il successo. A seguito di questa infinita polemica probabilmente le prossime lettere che vedremo saranno quelle degli avvocati.
Intanto il video dell’ultima fatica di Miley Cyrus rimane il più cliccato su YouTube, con oltre 12 milioni di visualizzazioni, polverizzando i records di altri in precedenza.

Quale sarà la conclusione?
Nel corpo dell’articolo alcuni degli scatti freschi di stampa della Cyrus immortalata  da Terry Richardson.

Miley-Cyrus e Terry-Richardson FNM

Redazione

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine