Istruzioni

Di Barbara Molinario

Un compleanno di colori e poesia.

Abitart debutta con i costumi da bagno.. per non fare il bagno ma per prendere il sole…

 

Ci tenevo in modo particolare a scrivere io stessa questo articolo sul primo compleanno dello store a via Cola di Rienzo di Abitart.

Biscotti, mele, farfalle e caramelle.. questo è scritto sull’invito, capite bene che non potrò mancare! L’appuntamento è nel Brand Store, in via Cola di Rienzo 188, a Roma il 31 ottobre, praticamente a casa della designer Vanessa Foglia che “sente” il suo punto vendita proprio come un figlio. Promette un evento a base di biscotti della nonna e profumi di vaniglia, accompagnato dalla musica di un sassofonista. In vetrina una ragazza che scrive il suo diario: è Urszula Drozd, la testimonial di Abitart.

Il comunicato stampa recita: “Un compleanno famigliare, per regalare ai presenti i valori della griffe. Un Halloween in controtendenza perché non ci saranno falò, né principi delle tenebre. Vanessa Foglia, è andata a scomodare il capodanno celtico per viaggiare in altre culture: ma poi è tornata nella sua casa. Ha tirato la barba ai Galli e tagliuzzato il loro mantello. Non per ironizzare ma per conoscerne la cultura, vivendo il traguardo del primo anno di store come un nuovo passaggio. Nella sua moda si riflette: è conclusa la stagione del verde e inizia la vita del seme, che vedremo nella collezione spring/summer 2014.

Viaggerà alla ricerca dei colori della Terra: “Si, perché quando ho iniziato a disegnare la nuova collezione estiva, una notte, mi sono svegliata carica di emozioni. Il giorno prima ero stata assorta nella ricerca dei colori da usare: rosso, verde, blu, arancio, giallo… ma quella notte ho immaginato un tramonto ed ho capito che l’affiancamento dei colori più belli si trova semplicemente nella natura”, dice Vanessa Foglia che vi aspetta nel suo Brand Store, dove è normale trovarsi un prato per soffitto e camminare davvero tra le nuvole”.

Ma FNM ha voluto sapere qualcosa di più, così l’ho intervistata..

 

Ha pensato già all’estate Vanessa Foglia, avendo in mente di “disegnare una poesia”.

La novità è che ora la gente fa parte del suo progetto: grazie al bugiardino fashion (foto in apertura). Dice Vanessa: “Ogni volta che creo un abito penso di dipingere un quadro, mi assento dalla realtà, per volare verso nuovi orizzonti e mi ritrovo sempre in un meraviglioso prato fiorito dove è l’amore a dominare i miei sentimenti… e così inizio a viaggiare… I tessuti sono la mia tavolozza dei colori e i cartamodelli sono le mie tele… e la mia fantasia crea dipinti da idossare… ma la cosa che veramente mi diverte è inventare sempre nuovi giochi per poter trasformare i miei abiti… facendoli diventare dei Lego dove anche la donna che li indossa può usare la sua creatività… Ho disegnato per voi delle istruzioni per l’uso in modo che possiate spiegare i miei voli pindarici…”.

Praticamente sono le varianti che uno stesso abito, completo o vestito può creare, tenendo conto di zip, corde, tagli e lacci pronti a trasformarlo.

“Ho nuotato sulla scia di Nemo” continua Vanessa  “omaggiando la Terra. Poi ho detto basta: basta all’uso di pesticidi, basta al disboscamento selvaggio, basta all’inquinamento, basta all’efetto serra, basta a far finta di nulla. Quando ho detto basta ho capito di essere nata per vivere sulla Terraferma, ma avendo l’illusione di vivere l’acqua come fosse la mia dimensione”. Il risultato è davanti agli occhi di chi guarda la collezione Earth S/S 2014. Senza bagnarsi i capelli, trasformarsi in sirena o risalire a prender fiato, la donna Abitart è scesa nei fondali per prendere i colori pià belli della Terra e riportarli in superficie. Su abiti, completi, pantaloni, perfino costumi da indossare se non si vuole fare il bagno o dopo essersi tuffati, per presentarsi sulla spiaggia vestite di tutto punto. In bikini seta e maglia: decisamente chic anche col soprabito in tinta. È questa una delle tante novità di quest’anno…

 

Vi lascio anche un’altra chicca.. dal Blog di Vanessa…

caro diario ”i colori della gaia terra”…..
oggi ti voglio raccontare della ss 2014 e del viaggio nella mia fantasia  alla ricerca dei colori dedicati al nostro meraviglioso pianeta….
si perchè quando ho iniziato a disegnare la nuova collezione estiva una notte mi sono svegliata emozionata ….il giorno prima ero stata assorta alla ricerca dei colori da usare rosso verde blu arancio giallo…ma quella notte ho immaginato un tramonto e li ho capito che l’affiancamento dei colori più belli si trovano semplicemente nella natura…e cosi ho iniziato a creare …
non era più importante che colore usare ma la sensazione che i modelli mi davano
….la linea vento mi doveva regalare allo sguardo la leggerezza
…la linea linfa era l’eleganza spontanea che dona la gioia di vivere
…la linea tramonto era l esatto orizzonte del mio mondo
…la linea fiore era la delicatezza del miracolo dell’istante in cui sboccia
…la linea aria era la fonte del nostro essere
……la linea aurora era il principio di ogni cosa…..
e cosi ho capito che guardando l’essenza delle cose riusciamo a percepirne la vera vibrazione…e guardando un fiore sono riuscita a capire la grandezza di quella piccola vita…..

Abitart primavera estate 2014

Barbara Molinario

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine