Prediciottesimo FNM

Di Martina Morlé

Il Prediciottesimo: la mania degli adolescenti spopola sul web.

Ecco una nuova  proposta per festeggiare i fatidici 18 anni.

 

Vedersi in posa, al sole, con l’espressione giusta, con un abito sempre diverso e lo sguardo di chi crede di aver fatto qualcosa di buono, è ormai diventata la nuova mania adolescenziale. Una poco gradevole messa in scena che vede protagonisti gli stessi ragazzi che tentano invano di raccontare una storia, ma in maniera del tutto pedissequa. Un bello scherzetto giocato ai poveri genitori che spendono tutti i loro sacrifici per godersi a casa, e soprattutto davanti ai parenti, i propri figli conciati da star dello spettacolo.

Il prediciottesimo sta spopolando e moltissimi ragazzi già ne vanno fieri; dopo averlo proiettato durante la festa dei 18, numerosi “protagonisti” sono già diventati delle vere e proprie celebrità paesane. Altro che patente b, giustificazioni firmate autonomamente e fare le quattro del mattino con la pretesa di dire “sono maggiorenne!”: ormai tutto questo, per alcuni, resta solo una sfumatura rispetto all’orgoglio di mostrare la propria bellezza in video.

Perché, l’obbiettivo di figli e genitori è proprio quello di farsi notare da qualcuno d’importante, per ottenere, magari, una bella parte in tv o al cinema.  Come se anni e anni di studio, corsi, copioni e sangue buttato per ore ed ore sui banchi di scuola, fossero cancellati improvvisamente da una passeggiata con i tacchi sul  prato e una musica azzeccata di sottofondo.
Il prediciottesimo, più che rendere belli e attraenti coloro che decidono di farlo, sta illudendo famiglie intere. Si sta quasi sfiorando l’assurdo, perché troppi genitori si sentono in dovere di accontentare il proprio figlio, credendo fermamente di contribuire nel modo migliore al “suo avvenire”. Ma in realtà, stanno solo assecondando un frivolo capriccio adolescenziale e non stanno ottenendo altro che cattivissimi commenti su social network e ovunque abbiamo deciso di postare il video.

Per una volta, sarebbe il caso di dire: ”si stava meglio quando si stava peggio…”; perché almeno, senza tutte queste possibilità, ci saremmo risparmiati tanti spettacoli indecenti!

Redazione

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine