Fashion News Magazine- teatro

Di Denise Ubbriaco

Spettacolo in crisi.

Siae: spettacolo ancora in crisi nel 2013.

 

Ad oggi, il tema più ricorrente in qualsiasi settore è la crisi. Il mondo dello spettacolo italiano deve fare i conti con una situazione negativa, soprattutto, per quanto riguarda: teatro, sport e spettacolo viaggiante.

Il teatro è, dunque, in crisi?

Se ci rifacciamo, sulla scia di Silvio D’Amico, al significato etimologico del termine crisi (dal greco scelta, separazione), sì, da tempo è in atto una rottura tra modi di fare e concepire il teatro, ma facendo riferimento ai dati statistici quello a cui si fa riferimento è una crisi economica galoppante nella nostra nazione. Quest’anno, gli ingressi alle rappresentazioni teatrali sono diminuiti del 4,08% e la spesa al botteghino e’ precipitata del 7,22 %.

C’è da dire che qualche segnale di ripresa è ravvisabile nel mondo del cinema che registra un aumento degli incassi con un +3,95%, forse, dovuto anche al calo dei prezzi dei biglietti grazie a: sconti in determinati giorni della settimana, carte raccolta punti o eventi in sala a un prezzo minore. Il prezzo medio del biglietto d’ingresso è infatti diminuito del 4,63%.

Per quanto riguarda il mondo della musica, i concerti vedono, malgrado l’aumento del prezzo, un incremento degli ingressi del 9,7%. Ciò è quanto emerge dai dati SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) sul primo semestre 2013, presentati dal direttore generale Gaetano Blandini.

Come mai questi dati? Evidentemente gli eventi dal vivo non conoscono crisi. Il pubblico italiano è sempre più attento agli sconti sui biglietti del cinema, ma se si tratta di assistere ai concerti non bada a spese.

 “Un po’ di ripresa c’è – afferma Gaetano Blandini –, ma sono segnali talmente modesti che non sembrano strutturali e che non fanno pensare ad un 2014 diverso. Quindi non sono ottimista”.

23.11.2013

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine