Dopo il grande successo di Una notte bianca, Scusa sono in riunione ti posso richiamare? Ti sposo, ma non troppo… Gabriele Pignotta ci regala una nuova deliziosa commedia che parla d’amore e delle inconciliabili differenze tra uomo e donna “Mi piaci perchè sei così” al teatro Ghione di Roma dal 10 dicembre al 6 gennaio. Con lui sul palco Fabio Avaro, Siddharta Prerstinari e Viviana Colais.
Quante volte ci siamo messi nei panni dell’altro per comprenderlo veramente? Quante volte abbiamo
accettato il diverso modo di vedere le cose del nostro partner? E ancora come sta cambiando il rapporto di coppia e soprattutto verso dove sta andando? Il segreto per andare veramente d’accordo sembrerebbe davvero una semplice frase “mi piaci perchè sei così!” ma è una strada percorribile? O si finisce sempre per volere che l’altro/a cambi per assomigliare piuttosto a noi stessi?
Queste le domande che si pone Gabriele Pignotta che con questo nuovo lavoro ci regala l’ennesima occasione per ridere, divertirci, ma anche riflettere sulle derive del mondo contemporaneo in modo leggero ma mai banale.
Gabriele Pignotta 
Gabriele Pignotta vince dapprima il festival di Castrocaro come volto nuovo, successivamente inizia a scrivere programmi televisivi per la Rai e per Mediaset, con lo staff di Japino-Carrà, fino ad arrivare ad avere uno spazio comico su Rai Due in “Al posto tuo” di Alda D’Eusanio, la scrittura e conduzione di due programmi su Sky e una partecipazione come attore al sabato sera di Rai Uno con Pippo Baudo.
Abbandonata momentaneamente la televisione per la sua grande voglia di raccontare storie e dopo aver fondato la “Compagnia Teatrale di Gabriele Pignotta” inizia a scrivere , dirigere e produrre commedie di cui e anche il mattatore sul palco. La prima commedia, “Una notte bianca”, è subito un successo. Sbanca dapprima il botteghino dei teatri off e, dopo essere approdata a teatri di grande capienza come il Teatro Manzoni di Roma, vince il premio Gassman come miglior testo italiano. Successivamente scrive “Scusa sono in riunione, ti posso richiamare?” (record d’incassi al teatro Manzoni e al Teatro Roma) e “Ti sposo ma non troppo” grazie alle quali le commedie di Gabriele Pignotta diventano in pochissimo tempo un fenomeno nazionale.
Non è un caso infatti, che il 2013 sia l’anno del debbutto cinema nel quale Gabriele esordisce alla grande : firma soggetto e sceneggiatura del nuovo film di Carlo Verdone “Sotto una nuova Stella” e debbutta alla regia con “Ti sposo ma non troppo” tratto dalla commedia teatrale di cui è anche protagobista maschile al fianco di Vanessa Incontrada e Chiara Francini.

Blog

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine