Chiara Ricci FNM

Di Martina Morlé

Un Matrimonio: intervista a Chiara Ricci

Dopo il clamoroso successo di ieri sera con almeno 4.539.000 spettatori, ci prepariamo alla seconda puntata della fiction Un Matrimonio, in onda su Rai Uno, conoscendo meglio i protagonisti…

Chiara Ricci interpreta il personaggio della borghese e sofisticata Valeria Zabban, fidanzata, per il momento, del rampollo Carlo Dagnini. Una coppia esemplare e alla pari ma con un particolare destino che li vedrà separati per sempre; infatti, a conquistare il cuore dell’affascinante e aristocratico Carlo sarà una ragazza di tutt’altra estrazione sociale, Francesca Osti. Ma come reagirà Valeria Zabban? Scopriamolo subito grazie alla bella e disponibile Chiara Ricci che ha risposto a tutte le nostre curiosità…

Ti sei piaciuta ieri sera in tv?

“Nella prima puntata sono comparsa poche volte perché si trattava di una presentazione veloce dei personaggi. La vera sorpresa arriverà questa sera perché, se ricordo bene, ci saranno tre o quattro scene clou. Sarò ovviamente lasciata da Carlo Dagnini che, dopo la morte del padre, attraverserà un periodo di crisi profonda e dubbi esistenziali. Assisteremo alle scene più sentite, quindi sono davvero curiosa di vederle… sì, mi ha fatto davvero effetto, devo dire che mi sono molto emozionata! “

Per quale motivo credi che Pupi Avati ti abbia assegnato questo personaggio? Cosa avete in comune?

“Quando ho fatto il provino, Pupi Avati mi ha detto schiettamente che tantissime attrici aspiravano a questo ruolo e che dunque sarebbe stato molto difficile ottenerlo. In realtà, Valeria Zabban è del tutto diversa da me, ma sicuramente, come ho anche detto durante una delle ultime scene a Pupi Avati, mi mancherà moltissimo. E’ un tipo di donna che non ha filtri, è abituata ad avere quello che vuole e se lo prende! Nel momento in cui viene lasciata, reagisce con gradissima determinazione ma anche con lo spirito di chi pensa: “Morto un papa se ne fa un altro!”. E’ una ragazza molto in gamba e ha una modalità di comunicazione incredibile perché dice tutto quello che le passa per la testa. Credo che una sorta di Valeria Zabban sia esistita davvero nella prima adolescenza del padre di Avati, ma ciò non significa che non la rivedremo più nella serie, anzi, lei sarà un’ombra sempre presente nella vita di Carlo e Francesca e non perderà occasione per ricomparire, anche quando loro saranno sposati. Infatti, Francesca sarà molto gelosa perché la Zabban farà parlare di sè anche se non c’è…poi lo vedremo stasera!”

Qual è il messaggio che vuole trasmettere Pupi Avati?

“L’intento di Pupi Avati è quello di raccontare la storia vera di una famiglia che non è fatta solo di momenti rose e fiori. Infatti, proprio Carlo e Francesca attraverseranno tanti momenti di lontanza e ciò farà di loro anche una coppia moderna e non necessariamente anni ’50. In sostanza, è un racconto reale che non ama i fronzoli, è uno spaccato di vita…ci sono 50 anni di matrimonio, di storia italiana. E’ un occhio su una famiglia normale; è l’incontro tra due ceti sociali diversi che poi, per diverse circostanze, finiranno per unirsi.”

Quali sono state le difficoltà che hai incontrato lavorando con Pupi Avati?

“Lavorare con Pupi Avati è stato un sogno che si è avverato, perché ogni attore vorrebbe lavorare con lui. E’ uno dei registi più anziani, al livello di carriera, ed è unico nel suo genere; infatti, quando ho saputo di essere stata presa ho fatto i salti di gioia. L’esperienza lavorativa con lui è stata straordinaria e, riguardandomi, credo di essere davvero perfetta per il ruolo che interpreto, anche esteticamente. Avati ha lottato molto per un trucco e parrucco perfetto, ci teneva tantissimo che l’immagine di Valeria fosse volutamente altolocata e sempre molto raffinata. Devo dire che la mia fisicità ci sta proprio bene, anche se all’inizio pensavo di non somigliarle molto. Ma Pupi Avati ha una visione perfetta dei ruoli, anche di quelli più piccoli, ed è per questo motivo che tutti sono straordinariamente azzeccati. E’ impressionante come abbia tutto in testa e negli occhi! Quando eravamo sul set, se non gli piacevano alcune frasi del copione, le cambiava all’istante, ma l’aspetto più importante di tutto ciò era che, in ogni momento, rendeva l’atmosfera magica…perché ognuno era a proprio agio!”

Con chi altro ti piacerebbe lavorare?

“Sempre con Pupi Avati! Vorrei approfondire ancora di più il suo modo di gestire, lui è unico davvero!”

E adesso che progetti hai?

In questo periodo mi sto riposando, ma l’8 gennaio inizierò le prove di un nuovo spettacolo teatrale, una commedia intitolata “Bianco” che andrà in scena per due settimane al Teatro Lo Spazio di Roma…

Dopo aver svelato qualche segretuccio su quanto accadrà questa sera nella fiction Il Matrimonio, non ci resta che augurarvi una buona visione, ma non perdeteci d’occhio…ci sono tante novità in arrivo!

Redazione

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine