IMG_8304

Di Moreno Amantini

Mara Venier e il “Pasticcio”.

In casa “Domenica In” ne succedono delle belle, e noi dedichiamo alla padrona di casa un bel… pasticcio!

 

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati e Buon Anno!!!! Spero che il vostro 2014 sia iniziato alla grandissima! Questa settimana non posso esimermi dal commentare un programma televisivo. Premetto che, quando la scorsa estate, ho letto i palinsesti e la loro relativa programmazione, ero felice solo di una cosa: del ritorno della unica e sola “Signora della Domenica”, Mara Venier. Ho sempre considerato la Venier una vera professionista e le sue “Domenica In” hanno sempre lasciato in me un ricordo piacevole e divertente, persino quando la povera Mara fu vittima dell’irruenza di Luca Giurato e ci rimise un ginocchio!

Per me la domenica televisiva deve essere intrattenimento, musica e spettacolo e in questo devo ammettere che Mara Venier non mi ha mai deluso. Prima di questa ultima edizione.

Innanzi tutto trovo che lo spazio a lei dedicato sia troppo poco. Inoltre la povera Mara è alla berlina di una regia e di una assistenza tecnica a dir poco imbarazzanti. Fin dall’inizio del programma la Venier si è trovata ad intervistare ospiti con microfoni “muti”, lanciando servizi e filmati che, per la maggior parte delle volte, o non partivano o partivano in sequenza sbagliata rispetto alla scaletta e all’intervista. Una vera e propria catastrofe insomma, tanto che la zia Mara, evidentemente imbarazzata, si è trovata a dover commentare e ad ironizzare sullo stato di totale autogestione del programma, sottolineando il tutto con uno storico riferimento al claim di un altrettanto indimenticabile programma della televisione italiana: “La Corrida. Dilettanti allo sbaraglio”.

Sembra di stare alla Corrida”, ha detto durante una puntata dopo che l’ennesimo microfono non funzionava e dopo che il video chiamato non era lo stesso andato in onda. Una cosa è certa, Mara Venier la domenica non si annoia! Per me resta sempre una grandissima professionista e forse una delle presentatrici italiane più eleganti, simpatiche e capaci che ci siano in circolazione. Del resto, dover convivere e riuscire a tener testa a tutti questi problemini tecnici non è da tutti e se non lo fai con il sorriso rischi una crisi isterica.

A Mara, che sottolineo, in tutto questo “patatrac”, non ha colpe, voglio dedicare un piatto speciale con l’augurio che in questo 2014 le cose possano andare decisamente meglio! Un piatto che anche a me, nello stile e nella forma, non riesce mai: la frittata. Ebbene si. È sempre stato un mio limite. Non riesco a fare una frittata. Non mi si cuoce mai abbastanza, oppure mi si cuoce troppo e non si gira. Insomma, come accade nello studio di “Domenica In”, quando voglio fare una frittata nella mia cucina accade di tutto. Una vera e propria catastrofe. Così, ho inventato il “Pasticcio alla Moreno” che per l’occasione diventa  il “Pasticcio alla Venier”. Trattasi di una banalissima frittata di patate arricchita da qualche ingrediente in più per renderla stuzzicante e ancor più “impiastricciata”.

Pasticcio alla Venier

Gli ingredienti che ci occorrono sono i seguenti: 5 uova, 2 patate, del parmigiano grattugiato, del pecorino grattugiato, sale, pepe, latte, olio, qualche fetta di prosciutto crudo o spek. Prima di tutto bisogna tagliare le patate a dadini e farle rosolare in padella. In un tegame sbattete le uova. Salatele e pepatele. Quando le patate sono rosolate rovesciate le uova, ben sbattute, nella padella dove avete cotto le patate. Coprite con un coperchio e fate cuocere.

pasticcio alla venier1

Quando vi sembrerà che la frittata sia pronta per essere girata, rompete il tutto con l’aiuto di un mestolo e mescolate bene.  Aggiungete un bicchierino di latte e continuate a far cuocere in padella per qualche minuto. Rovesciate il tutto in una terrina da forno. Ricoprite di grana grattugiato, pecorino grattugiato, un filo d’olio e qualche fetta di prosciutto crudo o spek. Il tutto in forno per 7/8 minuti ventilato a 200 gradi. Estraete e servite caldo. Il “Pasticcio alla Venier” è pronto!

pasticcio alla venier3

Bon apetit! Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando, “Occhio al Vip e… leccatevi i baffi!”.

Per leggere tutti gli articoli della rubrica “Come ti cucino il Vip“, clicca qui.

Redazione Centrale

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine