anni40 pic x fnm

Di Annalisa Santonicola

Remember the time parte III.

Continua la nostra rubrica Remember the timequesta volta analizzando i funesti anni ’40.

 

Continuando il nostro tuffo nel passato non può certo dirsi che gli anni ’40 siano stati caratterizzati da scintillio e colori e questo, come si può ben capire, è stato dovuto al funesto periodo bellico che si attraversava in quegli anni.

Lo stile torna ad essere sobrio, severo, con gonne sotto al ginocchio e alla caviglia, giacche che mettono in evidenza le spalle e tailleur dai colori scuri (per lo più verde, cammello e marrone). Unico tocco di colore da ricercarsi nei foulard, nelle più svariate fantasie, da legarsi al collo.

I tessuti tornano ad impoverirsi: vengono prediletti lana, cotone e tessuti lavorati, gli stessi necessari per confezionare le divise dei soldati. Sparisce il nylon per le calze e le donne, per simularne la linea dietro la gamba, si fanno disegnare delle linee nere dietro i polpacci.

Si smorzano le capigliature corte dei precedenti anni per dar spazio a capelli più lunghi caratterizzati sempre dalle onde che, scendendo sul viso, arrivano fino alle spalle.

Il trucco è ridotto al minimo: sempre caratterizzato dal rossetto rosso ma per il resto il make up scarseggia. Le donne sono solite pizzicarsi persino il viso pur di ricreare l’effetto del fard. Povertà si, ma femminilità sempre presente.

03/01/2014

Fashion Cool

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine