Fashion News Magazine- Molto rumore per nulla

Di Denise Ubbriaco

Molto rumore per nulla.

La commedia “Molto rumore per nulla” in scena al Teatro Eliseo.

 

La commedia shakespeariana “Molto rumore per nulla” (titolo originale  Much Ado About Nothig) andrà in scena al Teatro Eliseo (via Nazionale, Roma) con la regia di Giancarlo Sepe, dall’8 al 26 gennaio 2014. Una commedia brillante rimasta, nei secoli, una delle opere più fortunate sul versate delle rappresentazioni teatrali.

Giancarlo Sepe ha realizzato una versione “gipsy” della celebre commedia. Nel cast personaggi di grande spicco dell’universo teatrale, tra cui: Francesca Inaudi e Giovanni Scifoni (i due protagonisti),  Pino Tufillaro, Daniele Monterosi, Lucia Bianchi, Mauro Bernardi, Daniele Pilli, Valentina Gristina, Claudia Tosoni, Camillo Ventola, Fabio Angeloni e con la partecipazione di Leandro Amato.

Romantica per i temi amorosi e originale per la struttura ricca di elementi giocosi, l’opera shakespeariana rientra a pieno titolo nel novero delle tragicommedie, in cui l’elemento comico si fonde a quello tragico e drammatico.

La commedia di William Shakespeare sviluppa due vicende parallele. La vicenda principale di Hero e Claudio passa, solo in parte, in secondo piano rispetto a quella di Beatrice e Benedick. Alla base della vicenda c’è il ricorso ad una serie di bisticci verbali. L’intera commedia è costruita su questo gioco che coinvolge perfino il titolo: “Molto rumore per nulla”, il quale suggerisce che si tratta di un puro e semplice divertimento, senza significati riposti e senza conseguenze.

Molto rumore, molte parole per non approdare a nulla. Tutti i personaggi sono portati a vedere, sentire e, soprattutto, notare quello che normalmente non coglierebbero. L’uso della parola è una delle più grandi arti concesse all’essere umano e bisogna capirne i molteplici significati.

Le diversità dei linguaggi dei vari personaggi hanno creato tanti equivoci. Alla fine l’importante è rendersi conto che non si tratta altro che di vuoti e ingannevoli artifici. La parola, il suono e il rumore sono elementi affini.

Bisogna essere pronti a qualsiasi inconveniente nella vita e bisogna affrontare tutto con coraggio, senza farsi travolgere dagli eventi e dalle emozioni, come fa il personaggio di Claudio, e, soprattutto, si deve capire se si tratta di un vero problema o se è, appunto, molto rumore per nulla.

Un gioco teatrale in grado di coinvolgere tutti gli spettatori. Da non perdere!

04.01.2014

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine