FNM john varvatos doll rock in fashion

Di Elettra Nicotra

ROCK IN FASHION

Speciale John Varvatos.

Hanno tappezzato i muri delle nostre stanze da teenager ed accompagnato la nostra vita diventandone colonna sonora di momenti magici o tragici.
Hanno ispirato le mani dei designer con i loro look irriverenti e nuovi. Hanno reso il sogno reale e ci hanno regalato un pezzo di magia.
Sono stati pionieri di un nuovo modo di pensare e concepire l’arte. Sono loro, le icone del Rock, che ancora una volta John Varvatos tributa, stavolta con uno splendido volume fotografico: Rock In Fashion.

Vi erano tempi in cui il concetto di “concerto rock” non era ancora un qualcosa di definito come oggi. Erano i tempi delle sperimentazioni. Non vi erano luci con laser, proiezioni 3D, ballerini e coreografie con fuoco o neve finta.
In quei tempi c’era un palco e qualche faretto e non vi era davvero bisogno di nient’altro. Jimi Hendrix, per esempio, era tutto ciò che serviva. Il sound potente della sua chitarra investiva le tue orecchie, i suoi completi psichedelici rapivano la tua fantasia ed il suo sacrificare la chitarra era l’apice di questa sorta di messa esoterica con un unico sacerdote e la sua schiera di discepoli/fans.
Questi i tempi in cui nascono gli iconici look da palcoscenico, quelli che a indossarli ti immedesimi in quell’atmosfera densa e misteriosa come un fumo intenso, ma dall’aroma irresistibile, il rock’n’roll.
E’ qui che una giacca diventa emozionante, che dei pantaloni di pelle evocano il mito e sfidano le leggende. La sperimentazione sonora pulsa nelle scelte cromatiche sgargianti.
L’essenza di Hendrix è protagonista della capsule collection di Varvatos dedicata allo storico chitarrista afroamericano.

john varvatos fnm rock in fashion

Durante gli anni settanta, dopo Woodstock, gruppi come i Rolling Stones e soprattutto i Led Zeppelin, re-inventano l’arcana idea di concerto rock, trasformandola in un mega evento collettivo che mandava in estasi folle immense di persone accalcate l’una sull’altra negli stadi per vedere i loro idoli in azione.
Gli outfit iconici dell’epoca sono tutti raccolti nell’opera minuziosa di Varvatos in collaborazione con Holly George-Warren, ROCK IN FASHION.
Dice Varvatos: “Non sarei qui se non fosse per la musica, che ho scoperto crescendo a Detroit tra la fine degli anni ’60 e gli anni ’70. Ci sono tracce di tutto questo nel mio modo di vestire e nello stile delle mie collezioni maschili degli ultimi dodici anni. Ma questo libro è soprattutto una raccolta di immagini che hanno significato molto per me e che hanno lasciato un’impressione duratura sul mio lavoro.”

I Led Zeppelin, gruppo preferito del designer americano, rendono mistica la visione delle Rockstar e si consacrano nell’Olimpo degli Dei del Rock. I loro outfits dalla forte carica sessuale hanno profondamente segnato la moda dell’epoca.
Robert Plant, sex symbol dei tempi dall’ugola d’oro, era famoso per il denim portato stretto quasi a non respirare, a vita bassa,bassissima! con super zampa di elefante che ricopriva fino alla punta gli stivaletti in pitone. I top che lasciavano nudo il petto, erano in svolazzanti sete floreali, in garza indiana o cotone leggero ed accessoriati con argenti ad intarsio indiano e pietre, particolarmente il turchese. Il look di Robert Plant è quello in cui si identifica la generazione dei settanta, portando con se uno strascico degli hippy anni sessanta.
Jimmy Page, pioniere del pantalone a vita alta, si aggirava per il palco da Supremo Stregone, agitando le mani per far gemere il suo theremin, avvolto dalla sua creazione, la Dragon Suit, sia in nero che in bianco. Ha anche sfidato i benpensanti indossando elementi delle divise da SS durante un tour del 1977. Ma noi lo sappiamo che Mr. Page è della parte dei buoni, anche se in giro si dice il contrario.

In copertina, troviamo Syd Barrett, fondatore degli storici Pink Floyd. Si ritira presto dalle scene, un poeta maledetto anche lui. Un genio che questo mondo ostile non è riuscito a salvare e preservare… ma ai suoi tempi d’oro Syd Barrett era quanto di più nuovo, fresco, creativo ed anticonvenzionale ci fosse in giro. Dai soli ritratti fotografici dell’epoca si evince quanto già il suo viso ed il suo sguardo fossero precursori dei tempi: non sembra forse un ragazzo di oggi intrappolato per sbaglio negli anni sessanta?
Che sia vestito in total black o con tanto di pellicce provenienti da Carnaby Street e pantaloni rosso fuoco, lo abbiamo adorato mentre sperimentava con la sua chitarra Danelectro o preso da un momento di follia, dipingere il pavimento di casa sua diventato poi set della la copertina di “The Madcap Laugh”, primo suo lavoro solista. Già, il folle ride. Cover più che meritata per un folle genio che da qualche parte se la ride mentre noi assorbiamo come una spugna tutto ciò che ci ha lasciato. Ispirazione. Sogno. Psichedelia.

Il volume è uscito anche in edizione limitata, solo mille copie personalmente autografate da John Varvatos ed in allegato tre stampe fotografiche di Syd Barrett, Iggy Pop e Jimi Hendrix firmate dai rispettivi fotografi Mick Rock, Danny Clinch e Baron Wolman. E’ possibile ordinare le ultime copie disponibili sul sito www.johnvarvatos.com.

john varvatos fnm rock in fashion 02

John Varvatos in collaborazione con il fotografo Danny Clinch, ha realizzato, negli ultimi anni, delle suggestive e brillanti campagne pubblicitarie moda con protagonisti volti della musica rock fra i quali Iggy Pop, Velvet Revolver, ZZ Top, Alice Cooper, Jimmy Page, Gary Clark Jr. La nuova campagna, uscita solo pochi giorni fa, vede i celeberrimi e truccatissimi Kiss, presenti anche durante la sfilata Autunno/Inverno 2014-2015.

john varvatos kiss page clark iggy pop rock in fashion 02

CREDITS:
Tutti i pezzi fanno parte della collezione PE 2014 by John Varvatos.
Giacca Hendrix Collection, John Varvatos.

Per realizzare John Varvatos Doll le seguenti rockstar non hanno subito maltrattamenti:
- Ringo Star (capelli)
- Jimmy Page (occhi)
- Keith Richards (naso)
- Gene Simmons (bocca)

Clicca qui per scoprire tutte le DOLLS.
15.01.2014

Likable

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine