anni60

Gli intramontabili Sessanta.

Remember the time presenta i fantastici anni Sessanta.

 

Passato definitivamente il grigiore degli anni del dopoguerra, l’Italia e il resto del mondo assistono ad un fenomeno definito ‘’miracoloso’’ che prende il nome di boom economico. Le donne rinascono capendo il potere dello stile, abbandonando colori tetri e lunghezze del tempo e cimentandosi in mode sempre nuove.

Sono gli anni di Twiggy, Audrey Hepburn e Mary Quant. Gli anni Sessanta simboleggiano la nascita di due capi diventati dei must have dei guardaroba di ogni donna di ieri e di oggi: il tubino nero e la minigonna.

Il primo definito anche “the little black dress” è un ever green che rappresenta l’eleganza più semplice, versatile (in quanto adatto ad ogni circostanza e di continuo riproposto sulle passerelle degli stilisti con forme rivisitate e impreziosite).

La minigonna, invece, simbolo di libertà, vivacità e freschezza, di un’aria nuova che si respira che sebbene accorcia di molto la lunghezza tradizionale, non è mai volgare grazie all’utilizzo di calze coprenti e spesso colorate. Ottimo anche l’abbinamento del maglioncino di lana a collo alto.

Nascono i giochi delle simmetrie, le forme geometriche, i pois, e, immancabile nel guardaroba del tempo, la Skinny rib (ovvero la maglia a costine che fascia tutta la parte alta del corpo).

Anche gli abiti a trapezio fanno la loro brillante entrata in scena vestendo attrici e cantanti di tutto il mondo.

Il make up sembra assistere ad un cambiamento nella focalizzazione dei propri punti. Le labbra finora sempre rosso fuoco e gli occhi sempre poco truccati si vanno a sostituire ad occhi ben truccati per uno sguardo ammaliante e seducente accompagnati ad un’acconciatura quanto più possibile cotonata o accompagnata da un cerchietto, che ne rafforzi l’intensità.

Fashion Cool

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine