Barbara Molinario Doll

Di Barbara Molinario

Questa mattina mi sento ispirata..

Prendo spunto dal link condiviso dal mio amico Dario sulla sua bacheca Facebook, riguarda l’editoriale di oggi del Direttore di Vogue Italia Franca Sozzani. Il titolo è già tutto un programma: “Raccomandati”.

Ora, negare che ci siano raccomandati in Italia è come negare che nel Sahara c’è la sabbia… Nel post della Signora Sozzani si legge un’amarezza per non riuscire a comprendere il commento di un utente che aveva commentato il suo post, e che poi, al sollecito di una spiegazione è sparita… non si sorprenda Direttore, è di uso comune buttare la pietra e nascondere la mano.

Si fa riferimento alla scelta di Armani di far sfilare nel suo teatro i ragazzi di au jour le jour (che noi apprezziamo e che abbiamo già pubblicato, sia chiaro).

La raccomandazione è un fatto fisiologico, insito nel DNA del popolo italiano, un modus operandi che io credo non si applichi alla vita quotidiana in maniera cosciente, ma lo si faccia per natura, così, come respirare.. Quando un’amica dice “mi servirebbe una manicure“, subito si sfoderano conoscenze e numeri di telefono, dicendo “mi raccomando, fai il mio nome, vedrai che ti tratterà meglio”.

È indubbio che posti di lavoro si assegnino anche attraverso conoscenze e solleciti, non sempre politici o loschi. Io stessa raccomando spesso.. Non è un segreto che sono una docente dell’Accademia del Lusso di Roma, spesso mi capita di ricevere telefonate e di incontrare stilisti, fotografi, professionisti di vario genere che mi chiedono se conosco “bravi ragazzi volenterosi e capaci”, beh io raccomando, eccome.. solo che non mi sognerei mai di mandare un incapace a lavorare.

Il fatto della raccomandazione che non è chiaro, è che, se a raccomandare è una persona cosciente, potrebbe anche capitare che il raccomandato sia davvero adatto a quel lavoro, e che quella segnalazione sia un lavoro di scouting…

Comunque, resta il fatto che da qui, dal raggiungere una vetta con una raccomandazione, a mantenere il successo, beh, questa è un’altra storia.

 

L’immagine è una Doll.. una Barbara Molinario Doll.. un progetto di cui andiamo molto fieri qui a FNM..

Barbara Molinario

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine