Moreno Amantini Come ti cucino il Vip Fashion News Magazine (131)

Di Moreno Amantini

Scaloppine di pollo al vino bianco e limone per Heather Parisi

NemicAmatissima: un’occasione mancata

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati! Si è da poco concluso, con non poche polemiche, l’evento televisivo dell’anno: “Nemica Amatissima”, le due prime serate su Raiuno che hanno visto la reunion tra Heather Parisi e Lorella Cuccarini.

Uno show promosso e annunciato da mesi che ha lasciato, se vogliamo, un po’ di amaro in bocca non solo tra i telespettatori. Parole amare e a tratti dure quelle di Heather Parisi riportate nel suo blog al termine della messa in onda dello show. Una premessa necessaria va fatta: Heather e Lorella sono due fuoriclasse, due mostri sacri, due donne che hanno avuto la fortuna, il privilegio e la capacità di fare una tv che, ahimè, oggi non esiste più. Una tv fatta da grandi professionisti, quella tv degli show del sabato sera con musica, corpo di ballo, sigle e tanti ospiti. Del resto non è un caso se ancora oggi tutti noi canticchiamo, forse un po’ nostalgici, sulle note di “Crilu’” o “Sugar, Sugar”.

Heather-Parisi

Beh, devo ammettere che guardando il programma, quella nostalgia è un po’ scemata. Mettere su uno stesso palcoscenico due donne di questa grandezza e bravura, con un carico di storia televisiva non indifferente, è sicuramente un successo ma, a mio modesto parere, lo spettacolo poteva darci di più. Ho trovato troppa differenza tra Lorella e Heather: la prima ha avuto molto più spazio tanto da far inizialmente pensare ad una sorta di Lorella Cuccarini Show. Posso comprendere le scelte stilistiche, posso capire che magari la Parisi oggi preferisce esibirsi di meno ma, fossi stato uno degli autori, avrei cercato di equilibrare il tutto. Anche la stessa Heather ha parlato di promesse che non sono state mantenute. Ha parlato di proposte che le venivano continuamente bocciate. Ha ammesso di essersi sentita ospite della sua “nemica amatissima”. Sinceramente mi aspettavo qualcosa di molto diverso. Mi aspettavo sì una celebrazione di quelle sigle e di quegli show che le hanno rese celebri ma speravo in uno spettacolo più narrativo. Forse era un film di cui mi ero fatto una regia personalissima ma, fossi stato nel team autorale, avrei centralizzato momenti di intimità e di racconto. Caspita, hai la possibilità di unire due donne che hanno segnato un’epoca e non riesci nemmeno minimamente a celebrare quel periodo? Mi sarebbe piaciuto vederle raccontarsi insieme, magari sedute su un divano. Mi sarebbe piaciuto sentirmi raccontare degli aneddoti di quegli anni. Mi sarebbe piaciuto che le Teche Rai avessero aperto le loro porte offrendo filmati e momenti di un “Fantastico” per esempio. Avrei voluto vedere ospiti e personaggi che hanno fatto televisione con loro: Pippo Baudo, Gino Landi, Franco Miseria tanto per citare qualcuno. Insomma interviste, ricordi, momenti. Magari sarò io un inguaribile romantico con tratti nostalgici ma sinceramente da “Nemica Amatissima” mi aspettavo tutto questo. Di certo non mi sarei aspettato di vedere i siparietti comici di Lillo e Greg, Luca e Paolo o di Alessandro Siani.

nemicamatissima-heather-parisi-e-lorella-cuccarini

Nonostante sia stato molto bello ritrovare Lorella e Heather, non ho trovato altrettanto entusiasmante il programma in sé. Heather avrebbe voluto ospiti internazionali, avrebbe voluto dare più spazio al corpo di ballo e avrebbe voluto uno show moderno stile “Saturday Night Live”. Beh forse io non avrei voluto nemmeno questo. Capisco comunque tutte le delusioni della Parisi. Per lei che ha abbandonato da tempo la nostra tv non credo sia stato facile scontrarsi con tutti quei meccanismi che identificano le scelte e la televisione di oggi. Ripetendo parole di Heather “scelte di scuderia”. Cara Heather ahimè oggi funziona così: meno attenzione a bravura e arte, più attenzione a “braccetto” e amicizie.

Una cosa ci tengo a dirla: anche se in video, durante le due serate, Heather può essere sembrata distaccata e fredda, si capiva perfettamente che c’era altro. Un disagio era palese. Il rispetto per l’arte e il lavoro altrettanto palese. Mai Heather abbiamo dubitato di te, dell’amore per il tuo lavoro e del rispetto che hai per la danza e soprattutto per il pubblico. Mi spiace molto perché, secondo me, “Nemica Amatissima” è stata un’occasione persa. Vi ho seguite sognando altro e con quel pizzico di nostalgia ripensando a me bambino quando spensierato canticchiavo le vostre canzoni. I ricordi, quelli, non ce li può togliere nessuno. Neanche un team di autori che ci hanno provato ma che, onestamente, non ci sono riusciti. Ca va sans dire …
A Heather dedico la ricetta di questa settimana. Niente di difficile o lavorato. Ho scelto un piatto semplice e autentico come è lei: “Scaloppine di pollo al vino bianco e limone”.

Scaloppine di pollo FNM

Procuratevi delle fette di petto di pollo, del burro, vino bianco, un limone, sale q.b., pepe q.b., farina. Prima di tutto passate le fette di petto di pollo nella farina. Fate sciogliere in una padella antiaderente una noce di burro. Aggiungete in padella i petti di pollo e fate cuocere. Aggiungete sale e pepe e il limone spremuto. Sfumate al vino bianco e servite caldo. Vi consiglio di accompagnare il piatto con una verdura di stagione.
Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando “Occhio al Vip e … leccatevi i baffi!

Moreno Amantini

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine