• Home
  • Show
  • La città di Arezzo e la magia del cinema muto

La città di Arezzo e la magia del cinema muto

Dal 1 luglio al 20 agosto 2017, la città di Arezzo ospiterà una mostra dedicata al cinema muto che propone strumentazioni e archivi inediti.

Dal 1 luglio al 20 agosto 2017, il Palazzo di Fraternita di Arezzo, rende omaggio alla settima arte con “Il cinema ritrovato– tra emigrazioni e ritorni”, un percorso espositivo che racconta la vita di Francesco (Frank) Bernasconi, ricostruita grazie a Fausto Casi, direttore del museo dei Mezzi di Comunicazione di Arezzo che riuscì a scoprire una macchina per proiettare i film datata al 1903.

La mostra di Arezzo ricostruisce la passione di Bernasconi per il cinema e presenta una serie di macchine e attrezzature con cui si “faceva” il cinema muto. Tra le curiosità anche una particolare “Macchina musicale” a manovella che lo stesso Bernasconi faceva usare dalla sorella durante le proiezioni.

Ma non finisce qui: dal 6 al 9 luglio Piazza Grande si trasforma in un grande cinema all’aperto per ospitare “Cinema in piazza”, una mini rassegna-evento durante la quale verrà messa in funzione la stupenda macchina da proiezione Pathè del 1903 che proietterà inedite immagini mute dell’archivio Bernasconi, accompagnate da musiche eseguite live da docenti e allievi del Liceo Musicale Francesco Petrarca di Arezzo.

La mostra “Il cinema ritrovato – tra emigrazioni e ritorni”, e la rassegna “Cinema in Piazza” sono realizzati per volontà del Comune di Arezzo in collaborazione con Museo dei Mezzi di Comunicazione, Minerva Picture, Officine della Cultura, Alessandro Perrella.

Tags: , , , , , , ,