• Home
  • Lifestyle
  • Siena, la bellezza all’ombra della Torre del Mangia tra arte, tradizione e cultura

Siena, la bellezza all’ombra della Torre del Mangia tra arte, tradizione e cultura

Non solo arte e cultura, ma anche shopping di lusso!

Un luogo non molto conosciuto nonostante i suoi tesori inestimabili e la sua eleganza innata, si trova nel cuore della Toscana, a due passi da luoghi incantevoli, immersa nelle colline del Chianti tra i fiumi Arbia ed Elsa: la meravigliosa città di Siena.

Quando si pensa al capoluogo senese si associa immediatamente l’evento maestoso e sempre spettacolare del Palio che ogni anno coinvolge migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo. Il Palio di Siena è una competizione storica che dura quattro giorni, durante i quali si svolge una vera e propria festa che anima tutta la città, in un climax ascendente di canti, preghiere, crea una grande aggregazione tra la gente che, all’interno dei rioni delle contrade che disputeranno la gara può prendere parte, su invito, alla “cena della prova generale”, durante la quale, tra i cori dei canti delle contrade, buoni auspici e toccanti discorsi, si preparano alla competizione del giorno dopo.

La corsa del Palio è preceduta dalla benedizione del fantino in Piazza del Campo e da quella del cavallo nella chiesa della contrada, si vive un susseguirsi di emozioni incredibili nell’assistere al corteo storico in costumi medievali, riprodotti in maniera molto fedele e che fanno rivivere quelle epoche che sembrano lontane; quando i figuranti terminano il giro di Piazza del Campo, simbolo indiscusso di Siena, e il sole è calato sulla curva di San Martino, può iniziare la corsa. I fantini vengono incitati a disporsi secondo un preciso ordine alla “mossa” e se tutto viene rispettato, il “mossiere” decreta l’inizio della competizione: questo è il momento più solenne per i senesi, in cui le urla e gli incoraggiamenti si placano, piazza del Campo cala in un religioso silenzio e l’atmosfera diventa sospesa, appesa al rumore degli zoccoli dei cavalli, alla corsa folle per tre volte, lungo il perimetro della piazza, in attesa del giubilo per il vincitore, che merita tutta la tensione, l’adrenalina e dona un’atmosfera di festa per mesi.

Lo scenario in cui si svolge questa manifestazione storica, unica nel suo genere e da vedere almeno una volta nella vita, durante i giorni del 1 e 2 luglio e del 15-16 agosto, è l’incantevole piazza del Campo. Questo luogo è considerato uno dei più belli del mondo per la sua particolare forma a conchiglia con nove spicchi, leggermente in pendenza che ricorda il Governo dei Nove, rimasto nella storia della città. La piazza è sempre stata il cuore pulsante della città, uno dei più suggestivi impianti urbani medievali che ospita l’imponente Palazzo Pubblico, attualmente sede dell’amministrazione comunale, all’interno del quale si può ammirare il Salone del Gran Consiglio e le sale artistiche, come quella del Mappamondo con preziosi affreschi. Sul lato sinistro del Palazzo si erge, imponente, la Torre del Mangia, alta 102 metri, con una vista privilegiata sulla piazza e sulla città, alla base si trova la Cappella di Piazza, come ringraziamento per lo scampato pericolo per la peste del 1348. Si possono trovare altre imponenti edifici sulla piazza, quali il Palazzo Sansedoni e Palazzo d’Elci. La via di Città è quella che fa da cornice alla piazza e conduce verso altri preziosi tesori senesi, come il Palazzo Chigi-Saracini, Palazzo Piccolomini verso il Duomo che è la maggiore espressione del gotico.

Non solo arte e cultura, ma anche shopping di lusso, via di Città, via dei Montanini e via Banchi di Sopra sono solo alcune delle migliori mete dove trovare botteghe antiquarie, librerie, gastronomie ed enoteche, ma anche boutique di pregio. Siena si anima durante la sera con i suoi numerosi caffè, ristoranti e bar, dove poter fare una piacevole sosta, con un aperitivo, spesso, vista piazza del Campo, con una vista privilegiata sulle bellezze della città, degustando un ottimo calice di vino, come un Chianti Colli Senesi, ottimo accompagnamento per i salumi locali, spesso serviti durante gli happy hour. I ristoranti sono molteplici, tutti orientati verso la cucina tradizionale toscana e offrono una vasta scelta di prelibatezze tra crostini, pici e selvaggina, in particolare il cinghiale, il tutto accompagnato dagli ottimi calici toscani per un’esperienza del palato che difficilmente si potrà dimenticare.

Passeggiare per le vie di Siena, la città museo nella quale il Medioevo non sembra mai trascorso, è un’emozione veramente unica, è rilassante e piacevole perdersi nell’intrico dei suoi vicoli, percorrere le strade lastricate in pietra, tra le sue fonti e le sue piazzette in un continuo viavai di gente e con la cornice speciale di piazza del Campo by night che saprà conquistarvi e renderà il vostro soggiorno davvero indimenticabile.

Tags: , , , , , , ,