Le diete più in voga del 2017

Argomento sempre attuale, ma che torna in auge particolarmente nei mesi estivi, "la dieta".

Il termine dieta dal latino diaeta, significa letteralmente modo di vivere, riferito all’assunzione di cibo, che gli essere umani assumono per nutrirsi.

Nel tempo, il termine dieta, ha assunto una connotazione sempre più negativa, associato al significato di regime alimentare, ovvero un insieme di metodi per variare il peso corporeo, o attenersi a particolari prescrizioni basate su quadri clinici.

Dieta non ha quindi, un significato necessariamente privativo, ma è la via da seguire per mantenere in equilibrio il nostro peso, per cui risultano indispensabili alcuni accorgimenti, che in alcuni casi possono risultare sacrifici.

Tra le diete più in voga del 2017 troviamo:

La dieta del gruppo sanguigno: ideata dal naturopata italo americano Dr. Peter D’Adamo, questa dieta si fonda sulla teoria che il gruppo sanguigno possa incidere pesantemente sul rapporto tra alimenti e metabolismo.

La dieta paleo: la paleodieta è una filosofia alimentare che si ispira al regime nutrizionale degli uomini vissuti prima dell’agricoltura e dall’allevamento, circa 10.000 anni fa (durante il Paleolitico). Consente di mangiare ogni qualvolta insorga l’appetito, purché vengano consumati solo i cibi “paleo”: selvaggina, uova, pesce, rettili, vermi, bachi, insetti, bacche, verdure, frutti (meno rispetto agli ortaggi), radici, bulbi, semi oleosi ecc.

La dieta crono: sviluppata dai ricercatori italiani Mauro Todisco e Paolo Marconi, consiste nell’assumere determinati cibi in determinati orari, quindi niente riduzioni drastiche ma il cibo giusto all’ora giusta, rispettando il nostro ritmo biologico.

La dieta Whole30: ossia, la dieta dei 30 giorni, inventata dai nutrizionisti americani Melissa e Dallas Hartwig, dura un mese e consente di perdere molto peso in eccesso. È una dieta restrittiva e consiste nell’esclusione radicale di alcuni gruppi di alimenti: i latticini, il grano, gli zuccheri e i legumi sono i cibi banditi dall’alimentazione.

Dieta volumetrica: l’obiettivo di questo regime alimentare è proprio quello di creare volume ovvero riempire lo stomaco. Il piano giornaliero è diviso in tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e tre spuntini a base di cibi ipocalorici che donano quel senso di sazietà che fa la differenza.

Dieta Weight Watchers: non prevede privazioni e consiste nell’assegnare un punteggio a ogni cibo, rispettando dei limiti quotidiani

La dieta vegana: sempre più diffusa più per moda e per ragioni morali, che per una reale attenzione al peso, è un regime alimentare che esclude totalmente  i prodotti di origine animale. Lo stile di vita vegano, infatti, influisce nche su altre abitudini quotidiane, come l’abbigliamento o i consumi in genere, e si avvale di una serie di comportamenti o abitudini utili ad evitare qualsiasi forma di crudeltà verso gli uomini, l’ambiente e gli animali.

La dieta mediterranea (sempre in voga): considerata una delle più complete in assoluto, è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità nel 2010.

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,