Pep Marchegiani presenta Iconografy

La mostra personale del discusso artista e performer, considerato uno dei maggiori rappresentanti della Pop Art internazionale, in programma dal 14 al 30 settembre.

Ha luogo oggi, con inizio previsto per le ore 18,30, il vernissage di Iconography, mostra personale dello stimato e discusso artista e performer Pep Marchegiani in programma dal 14 al 30 settembre nello spazio espositivo della Fondazione Luciana Matalon, Foro Bonaparte 67, Milano, luogo ideato e progettato come centro per la promozione, lo studio e la valorizzazione dell’arte contemporanea.

Collaboratore di Wicky Hassan, imprenditore tessile titolare dei marchi Energie e Miss Sixty, Pep Marchegiani intraprende la strada del fashion designer negli anni Novanta e collabora con diversi brand, nazionali e non, ne fonda di propri, come 232 Made in Art, linea di moda di cui cura stile, linea e distribuzione.

Muove i primi passi nel mondo dell’Arte nel 2005 quando, da artista indipendente, organizza la sua prima personale a Pescara. Nel 2010 abbandona il campo tessile per dedicarsi esclusivamente alla creazione artistica per diventare quello che oggi è considerato uno dei maggiori rappresentanti della Pop Art internazionale.

Noto per la sua abilità di stupire e disorientare, per una sensibilità artistica estremamente reattiva alle problematiche sociali, Pep Marchegiani si manifesta al pubblico mainstream per alcune opere provocatorie, veri e propri blitz, occasioni per denunciare e ridicolizzare istituzioni, personaggi e contesti.

Vicino la Reggia di Caserta espone dei cartelli pubblicitari sulla vendita del monumento con lo scopo di sensibilizzare la società civile egli amministratori sul decadimento e sul degrado del patrimonio artistico e culturale italiano.

A Taranto invade le aree e le strade circostanti lo stabilimento siderurgico Ilva, uno dei complessi industriali più inquinanti d’Italia, con migliaia di alberi colorati, alcuni di grandi dimensioni, dal nome beffardo Ilva Magique.

Iconography si configura come un insieme di opere legate dalla volontà dell’artista di denunciare tanto l’istituzionale, i movimenti e le cause sociali, quanto il diffuso atteggiamento passivo della popolazione reinterpretando in chiave critica l’influenza sullo spettatore delle iconografie religiose, commerciali e politiche.

Tags: , , , ,