• Home
  • Lifestyle
  • Berlino: un weekend tra moda e high-tech a due passi da casa

Berlino: un weekend tra moda e high-tech a due passi da casa

La risposta giusta ad ogni esigenza e una perfetta meta di evasione.

Siete alla ricerca di un fine settimana alternativo in una delle capitali europee di punta per moda, arte, design, modernissima e anche un po’ rock? PaesiOnLine propone uno dei fiori all’occhiello della Germania, l’avveniristica Berlino.

Una città che è il punto di partenza e d’ispirazione per tutte le ultime tendenze e d’ispirazione per le nuove mode. Non mancano gli spazi verdi, i luoghi per rilassarsi e quelli della memoria che fanno di Berlino un centro che guarda avanti, non dimenticando la sua storia molto contrastata.

Il simbolo della città è la Porta di Brandeburgo, emblema della divisione della città e delle due Germanie, ma attualmente icona della storia post muro. È l’unico esemplare sopravvissuto della cinta muraria, ed era la via di ingresso in città, sovrastata da una celebre “Quadriga”, opera di Gottfried Schadow, sorretta da dodici colonne in stile neoclassico.

A pochi passi dalla Porta di Brandeburgo, si trova il Memoriale dell’Olocausto, un monumento che commemora gli Ebrei d’Europa, vittime dell’Olocausto. Si tratta di una passeggiata tra 2711 blocchi di cemento rettangolari, su una superficie irregolare, che crea un effetto claustrofobico e di confusione che rende questo percorso di grande impatto empatico ed emotivo, come a ricreare le sensazioni delle vittime di questa strage.

Berlino ha, in effetti, un patrimonio storico molto presente tra le sue vie, che mostra ancora vividi, i segni della Seconda Guerra Mondiale, della Divisione e della Rinascita dopo il 1989, anno della caduta del Muro, del quale sono ancora presenti delle tracce. Lungo la Mühlenstraße si può trovare un tratto di muro di 1,3 km, che è stato trasformato in una galleria di street art a cielo aperto, nella quale gli artisti di tutto il mondo hanno creato 106 murales davvero incredibili. Quelli più immortalati e amati dai turisti sono il Test the Best di Birgit Kinder, che rappresenta una Trabi che sfonda il Muro, e Il Bacio mortale di Dimitrij Vrubel, che ritrae Erich Honecker e Leonid Breznev in un momento di passione intensa.

Un imponente simbolo della Guerra Fredda, oltre il Muro, meta imperdibile per chiunque si trovi a Berlino, è il Checkpoint Charlie, punto strategico di passaggio degli Alleati, dei diplomatici e di tutti coloro che avevano il diritto di oltrepassare l’altro lato di Berlino dal 1961 al 1990. Adesso questa zona è presieduta da una guardiola dell’esercito americano ricostruita nei minimi dettagli e il fotografatissimo cartello “State lasciando il settore americano”.

In questa incredibile città esiste una vera e propria “isola dei musei” che ospita cinque dei più importanti, la cultura ha sicuramente un posto di rilievo in questo luogo. Imperdibile una visita al Pergamonmuseum che custodisce opere provenienti dall’Impero Romano, dall’Antica Grecia, dal Medio Oriente e perfino da Babilonia. Tre raccolte principali dimorano in questo luogo: parte antica, con sale architettoniche e sculture, il Museo dell’Asia Anteriore, e il Museo di Arte Islamica. Altri musei da non perdere sono: l’Altes Museum, il Neues Museum, il Museo Bode, la vecchia galleria nazionale Alte Nationalgalerie.

Dopo una full immersion nell’arte e nella cultura, non può mancare una passeggiata e un po’ di relax all’aria aperta nel polmone verde berlinese: il Tiergarten, un parco che tra sentieri, laghi, ruscelli e boschi è il rifugio ideale dalla città, lontani dal caos e dal traffico cittadino. L’ideale per lo jogging, un pic nic nel verde o un giro in bicicletta per ammirare le sue bellezze.

L’emblema di Berlino è la Torre della televisione, che svetta sulla città con i suoi 368 metri di altezza, per i più temerari e per chi non soffre di vertigini, salire fino alla vetta, per prendere un caffè comodamente seduti nel bar panoramico, è un’emozione incredibile per godersi lo spettacolo di un panorama mozzafiato.

Gli amanti dello shopping possono “prendere d’assalto” lo Scheunenviertel c’è il famoso Hackescher Markt oppure in Trostrabe dove è impossibile non trovare qualcosa da acquistare, ma anche il quartiere di Charlottenburg è una meta perfetta per articoli alla moda e souvenir davvero originali.

L’anima rock di Berlino si percepisce già nella zona di Potsdamer Platz,tra l’avveniristico Sony Center e l’Hansa Tonstudio, luogo in cui sono stati registrati canzoni simbolo della musica rock “Heroes” e “Lust For Life” di artisti del calibro di Bowie e Iggy Pop, la città ha mostrato come da una storia di distruzione e macerie possa esserci una grandiosa rinascita.

A Kreuzberg e Prenlauer Berg si possono trovare anche pub e negozi alternativi, librerie indipendenti, numerosi negozi di dischi. Tra i tanti musei che la città offre, uno incredibile e che un vero rocker non può non visitare è il Ramones Museum: tra i jeans strappati di Joey Ramone e le t-shirt della band, al ritmo di “I Wanna Be Sedated” è possibile anche fare colazione.




Berlino è una città che si ammira di giorno, ma che si vive principalmente durante la notte, in cui trascorrere serate indimenticabili, in luoghi straordinari come SO36, il pub rockabilly “Wild at Heart” nel quartiere multietnico di Kreuzberg.

Una città che letteralmente conquista, sempre attuale, adatta a tutti e sempre vivace, piena di risorse. Berlino è la risposta giusta ad ogni esigenza e una perfetta meta di evasione.

Tags: , , , , , , ,