Enjoy. L’arte incontra il divertimento

Dopo “Love. L’arte incontra l’amore”, inaugura un’altra mostra a cura di Danilo Eccher nel Chiostro del Bramante.

Si torna bambini al Chiostro del Bramante di Roma con l’esposizione “Enjoy. L’arte incontra il divertimento”, aperta fino al 25 febbraio, che dà alle opere del ‘900 una dimensione fuori dagli schemi rispetto alle mostre tradizionali. L’aspetto ludico dell’arte segue il filo del successo della mostra organizzata precedentemente nella stessa location e sempre a cura di Danilo Eccher, ovvero “Love. L’arte incontra l’amore”, con 150mila visitatori in sei mesi. È possibile ammirare le opere di: Tinguely, Calder, Fogliati, Erlich, Creed, Neto, Collishaw, Ourlser, Wurm, TeamLab, Hans op De Beeck, De Dominicis, Gander, e altri ancora.

L’obiettivo di “Enjoy. L’arte incontra il divertimento” è innanzitutto quello di dare “spazio e spazialità” alle opere di artisti di successo, con la presentazione anche di lavori inediti, alcuni dei quali progettati dagli stessi artisti come delle installazioni appositamente costruite per gli spazi del Chiostro del Bramante. Il divertimento che i lavori vogliono suscitare nello spettatore è qui inteso nel significato etimologico della parola, è un “portare altrove”, un’evasione alla scoperta di una nuova realtà dagli orizzonti ampliati.

 

La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso sono sempre state componenti centrali dell’Arte; l’Arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di contrasti. L’illusione è una trasparenza che deforma la realtà, un’apparenza sottile dove tutto è possibile, suggerendo ora il dubbio dell’enigma, ora il sorriso della sorpresa”, spiega il curatore della mostra.

 

Tags: , , , ,