FNM Book – “La città del vizio” di Angela Bevilacqua

Un libro che racconta la lotta tra il bene e il male simboleggiati dalle personificazioni dei sette peccati capitali e delle tre virtù teologali.

La città del vizio è la prima opera della giovane scrittrice Angela Bevilacqua. L’autrice, nel suo libro, racconta la lotta tra il bene e il male simboleggiati dalle personificazioni dei sette peccati capitali e delle tre virtù teologali. Queste figure aleggiano sui personaggi indirizzandone, in maniera impercettibile ma con decisione, le azioni che vengono compiute.

Il personaggio principale, Elia, è un uomo disperato che viene condotto dall’Accidia in questa città fantastica dove ciascuno può soddisfare i propri desideri senza limitazioni e senza freni. Sembra quasi una città dell’illecito a qualsiasi costo, ma il “costo” di questi iniziali piaceri verrà pagato a caro prezzo. Elia, dopo un iniziale approccio ai piaceri estremi, se ne distacca e diviene l’elemento descrittivo di questa città perduta.

Egli, nonostante la sua tragedia ha una piccola luce dentro che spiega la domanda che l’autrice si pone all’inizio del libro (Cosa ha visto Dio di buono nell’uomo al momento della creazione?). Forse è la Speranza la piccola luce che ha dentro…

Nell’arco della storia seguiremo il percorso di redenzione dell’uomo, la cui coscienza viene risvegliata da una misteriosa ragazza che lavora come prostituta nella Città del Vizio e si trova lì non per sua scelta o per colpa, ma vi è stata condotta contro tutte le regole che vigono in quel luogo. Grazie alle sue parole il giovane si renderà conto che scappare dalla realtà dei propri problemi non è la soluzione a questi.

Il libro è scritto in una prosa scorrevole che non si appesantisce mai in descrizioni troppo lunghe, ma comunque sufficienti a dipingere bene i personaggi e le ambientazioni in modo che al lettore sembri di trovarsi all’interno della storia e di camminare nei luoghi di fantasia e nei luoghi reali che l’autrice, nonostante la giovane età, descrive fondendoli sapientemente.  

La prima parte del romanzo si svolge infatti in un luogo surreale che è appunto La città del Vizio, una specie di Las Vegas con un tocco infernale, mentre la seconda si svolge a Torino, città esoterica per eccellenza, storicamente divisa tra il satanismo e la magia bianca.

Angela Bevilacqua, essendo aspirante regista e sceneggiatrice (ha già scritto e diretto un cortometraggio interpretato dal divo francese Jean Sorel, intitolato “Il teatro dei ricordi”), riesce a far vivere questa storia come se fosse un prodotto cinematografico, creando nella mente del lettore delle immagini nitide come i fotogrammi di un film.

Nell’insieme è una storia godibile che avvince, ricca di colpi di scena, una storia toccante che indaga a fondo sulla natura umana.

Editore: Guida Editori

Prezzo: 15,00 Euro

 

Tags: , , , , , , ,