• Home
  • Beauty
  • Dal Cosmoprof ai beauty essentials: parla Pablo, art director di Gil Cagnè

Dal Cosmoprof ai beauty essentials: parla Pablo, art director di Gil Cagnè

Abbiamo avuto il piacere di chiaccherare ancora una volta con Pablo, art director di Gil Cagnè e make up artist.

Pablo è tra i migliori truccatori in campo internazionale ed è stato il braccio destro di Gil Cagnè già dal 1996, anno del suo incontro con il grande maestro, ricevendo da lui in persona tutta la passione e l’arte del Make-up, con l’eredità della sua filosofia.

Oggi è responsabile artistico della linea di trucco “Gil Cagnè” distribuita da Baldan Group. Collabora con alcuni dei più grandi eventi legati al mondo della bellezza, come Miss Mondo, Miss Italia, Alta Moda Roma, Milano Collezioni, Fashion Week Londra, Parigi, New York, Gran Ballo Viennese delle Debuttanti, Gran Ballo Russo, The Look of the year, Una ragazza per il Cinema, Miss Progress, Miss TeenUniverse, Premio Moda città dei Sassi e Modelle & Rotelle. Consulente di immagine di molte attrici, cantanti e show girl, come Monica Bellucci, Simona Ventura, Carmen Russo, Amii Stewart, Diana Ross, Jodie Foster, Nicole Kidman, Dayane Mello.

E’ presente in trasmissioni televisive come “Non Solo Moda”, “Uno Mattina”, “TG2 Costume e Società”, “Buongiorno Benessere”. Collabora con molti hairstylists e fotografi di fama internazionale. Esperto Make-up per la rivista “Trucco e Bellezza” Trentini Editore. Nel 2005 dirige il suo make-up Studio “Face Place” dove forma giovani talenti che si dedicano al trucco. Negli ultimi anni riceve numerosissimi premi : premio alla carriera presso Roma International Estetica, Fiera professionale dell’estetica e del benessere. “The look of years” come miglior visagista, “Hair and beauty congress” per meriti , “Gran Galà della Moda “ dell’UNICEF , “Notte di Stelle” della Lilt per solidarietà e “World of fashion”. Dal 2006 si specializza nel trucco permanente diventandone docente Master specializzato,forma quindi molti dermopigmentisti ed inizia una collaborazione con le maggiori aziende italiane nel campo quali Biotek, Orsini Belfatto e Clinita.

Abbiamo chiesto a Pablo di raccontarci del Cosmoprof 2018 e siamo felici di condividere con voi lettori le sue parole:

“Dal 15 al 19 Marzo si è svolto a Bologna il Cosmoprof, ormai da 50 anni, osservatorio leader internazionale sulle tendenze legate al settore della cosmetica e del mondo beauty e noi non potevamo di certo mancare. Il Cosmopack ne ha fatto da nastro di partenza, una giornata bellissima ed intensa dedicata al colore, alle materie prime e alle tendenze make up 2019. Il 15 Marzo ho infatti incontrato i fornitori per parlare di progetti futuri e cercare nuovi stimoli creativi. Dal 16 siamo entrati nel vivo della Fiera: all’interno dello stand Baldan Group, infatti, si sono accesi i riflettori illuminando le tre postazioni trucco. Tutto era pronto per lo show, che non tardava ad iniziare.

4 giorni di Make up, 4 giorni di moda, 4 giorni di bellezza, 4 giorni di novità.

Il gruppo di visagisti che ho capitanato è stato composto da: Fernando Melileo, Antonio Riccardo, Nicola Acella, Marcel Bason, Emma Forlani, AssuriNaga, che insieme a me, si sono alternati sul palco portando eleganza e padronanza del mestiere, rivisitando i concept proposti secondo la loro creatività.

Al Cosmoprof 2018 non poteva di certo mancare la sposa, in versione romantica o  alternativa. Le modelle hanno indossato gli abiti dell’atelier galleria nartist di Angela Antonicelli.

Per le mise romantiche il make up è stato declinato con toni dell’albicocca e pesca, o con quelli che vanno dal rosa cipria al fucsia, come possiamo vedere nella foto di Ilaria. Giada invece ha indossato “seducente notturno”, abito blu, opera dipinta a mano da Mimmo Milano, per una sposa non convenzionale. Il trucco è un gioco di contrasti tra toni caldi ambrati ed il blu freddo.Per l’hairstyling passiamo da onde spettinate e fluenti a raccolti morbidi ed eleganti.

Per l’intimo, gli abiti sono stati selezionati dalla collezione di Alessia Spagnuolo e le acconciature impreziosite da cerchietti provenienti da Porbello Road (Londra). Verdiana indossa un babydoll rosa ed il suo sguardo è stato reso più seducente ed intenso da uno smokey, rivisitato in chiave moderna, con colori che vanno dal viola al rosa. Il mood si ispira agli anni ’20, con delle onde piatte che incorniciano il viso e un piccolo chignon basso alla nuca. Giorgia indossa una bellissima vestaglia in seta color crema raffigurante la venere di Botticelli, il make up si ispira infatti ad una bellezza classica e minimal.Roberta infila una vestaglia che lascia intravedere una sottoveste in pizzo nera, il trucco realizzato da Fernando è ispirato agli anni 60, una Marylin in versione contemporanea, quindi labbra rosse ed eyeliner grafico.

 Il pigiama palazzo rende protagonista Ilaria, resa ancor più sensuale da un trucco moda con colori che variano dal giallo lime al verde mela. Per quanto riguarda il look estivo grazie alla collaborazione di Gai Mattiolo che ci ha gentilmente concesso la collezione “love to love”, il tema era appunto Capri ed il mare. Maria Teresa Corso ha indossato un bellissimo caftano giallo lime, con stampe etniche, una volta messo in contrasto con il fucsia del make up, per un esplosione di colore, mentre nella seconda variante uno smokey bordeaux. Un pantalone capri bianco con arabeschi blu royal e cristalli e come top un costume da bagno intero, per Verdiana. Il trucco è uno smokey blu con degli inserti rosa  e l’ acconciatura in questo caso richiama i grafismi dell’abito. Giorgia, in un pantalone capri aragosta con un top scollo americano con stampe floreali “jungle”. Il maquillage segue i toni dell’arancio, rame ed oro. Nell’altra variante proposta, invece, le labbra si fanno protagoniste con un rossetto bianco. Verdiana, la ritroviamo anche con l’abito lungo bianco impreziosito da disegni che ricordano i paisley indiani. Il make up si incentra una tecnica di illuminazione chiamata strobing, ma rinnovata da me con un prodotto che ho creato per la prossima estate: ”light hunter” ovvero delle gocce, con varie perlature tridimensionali, che in questo caso ho applicato sugli zigomi.

 La Domenica abbiamo avuto il piacere di ospitare presso il nostro stage, il giovanissimo stilista pluripremiato, Dimitar Dradi, che ci ha omaggiato della sua “Capsule collection”, presentando quattro sue creazioni. Maria Teresa Corso indossa un abito totalmente bianco ispirato all’uncinetto ma con materiali innovativi come la Rafia, soffice, ma voluminosi, l’unica nota di colore è la cintura che le cinge la vita, rappresentante un corallo, anche il make up richiama il colore predominante nell’abito è infatti monocromatico a base di luci. Un abito con più di 30,000 tra perle e cristalli vuole rappresentare il peso che le donne indossano dovute alla loro condizione.

Verdiana ha un trucco che spazia dai toni dell’acqua, poiché mi sono lasciato ispirare dalla sirena, onde morbida incorniciano il suo volto. Giorgia, veste i panni di una farfalla. Fernando ha creato per lei un face cover artistico, rappresentando sul volto la vita della crisalide. Lo sguardo è contornato infatti da una mascherina grafica rivolta verso il basso, che spicca il volo verso le sopracciglia in u esplosione di arancioni. L’ultimo abito di Dimitar è in stile vittoriano, dai toni rosa e azzurro, con un collo imponente.

Il Cosmoprof è fatto di attimi, di colore, di make up, di fatica, di impegno, ma anche di tante soddisfazioni, quindi un grandissimo ringraziamento a chi si è succeduto allo stand durante queste giornate, ma soprattutto a chi ha reso possibile questo risultato, primo fra tutti Antonio Baldan, il padrone di casa, i visagisti già citati precedentemente (Fernando Melileo, Salvatore Grauso ,Emma Forlani, Antonio Riccardo, Nicola Acella, Marcel Bason), gli hairstylist (Alessandro Maritato,Giorgio Mugavero,Alessia Spagnuolo,Daniele Di Giuseppe), le modelle (Verdiana Coluccia, Giada Wiltshire, Maria Teresa Corso, Ilaria Petruccelli, Roberta Molinini, Giorgia Dilernia per Carmen Martorana eventi) i fotografi Paolo De Novi e Stefano Wurzburger. Un ringraziamento inoltre a Claudio Marfurt che ha fatto da regista in queste 4 giornate. Dopo questa carrellata di nomi non mi resta altro da fare che invitarvi al prossimo anno. Ci vediamo al Cosmoprof 2019!”

Pablo ha anche soddisfatto la nostra curiosità, rispondendo a tre piccole domande:

Sbirciando fra la vasta gamma di prodotti Gil Cagnè si nota subito una particolare attenzione nella scelta delle materie prime. Quanto è importante per la salute della pelle scegliere prodotti naturali privi di parabeni e nichel?

Per molto anni i parabeni sono stati utilizzati come sostanze conservanti nell’industria di cosmetici, farmaci, alimenti e bevande per le loro proprietà battericide, fungicide, antiossidanti e antifermentative. Numerosi studi hanno  invece svelato il carattere d’interferenti endocrini dei parabeni, in quanto si legano ai recettori degli estrogeni, alterando l’equilibrio endocrino dell’organismo umano. Dal 2014, quindi, l’uso di queste sostanze è stato vietato. La linea Gil Cagnè già dal 2007 ha inziato a toglierli. L’utilizzo di prodotti naturali privi di parabeni e nichel pertanto non giova solamente alla pelle, ma in generale alla salute dell’individuo.

Hai dichiarato che “l’era delle fashion victims è finita”, eppure il mondo della moda e del beauty pare essere quasi saturo di blogger, vlogger o instagrammer  e influencer  che sponsorizzano prodotti (previo compenso) seguitissime dal pubblico. Queste figure hanno un’influenza determinante sulle donne (soprattuto le giovanissime) o si tende a fidarsi di più del consiglio di un esperto? 

Sicuramente le blogger e le influencer hanno aperto la strada all’uso più frequente del make up, accendendo i riflettori sui vari prodotti, tendenze  e modi d’applicazione. L’esperto però, continua ad essere una figura insostituibile, poichè riesce a dare consigli specifici secondo le varie morfologie e tipi di pelle.

Gli irrinunciabili: se avessi a disposizione solo tre prodotti make up per un trucco da giorno, quali sceglieresti?  

Per un trucco da giorno,  i tre prodotti ai quali non potrei rinunciare sono: un fondotinta minerale specialmente per l’estate, o uno liquido per l’inverno, applicato con il pennello;  il mascara, per dare profondità allo sguardo, anche applicato 2 volte; e un gloss per chi ama gli effetti lucidi o un lip laquer per chi ama gli effetti opachi.

Fondotinta semifluido “Flawless” ad alta definizione con effetti levigante. Consigliato per le pelli secche e mature, in quanto non appesantisce e non evidenzia le linee del viso; mascara “Fabulous Volume Black” composto da cera di carnauba che dona corposità alle ciglia. Si stende con un double brush formato da due spazzolini intrecciati che consentono alle figlie di separarsi in modo perfetto, ad effetto ventaglio; gloss labbra “Lip Gloss Shangai Express” per conferire alla labbra volume extra. La tonalità che abbiamo selezionato è un sofisticato color Borgogna. Della stessa linea i toni: Pink Fever, Park Avenue Rose e Dolce Diva Red.

Special thanks to Pablo Gil Cagnè

www.faceplace.it

info@faceplace.it

Tags: , , , , , , , , , , , ,