• Home
  • Lifestyle
  • Taranto: la perla della Magna Grecia per un weekend da sogno

Taranto: la perla della Magna Grecia per un weekend da sogno

La Puglia è uno scrigno di tesori preziosi e città che sono un vero e proprio ristoro per l’anima e per il corpo.

La Puglia è uno scrigno di tesori preziosi e città che sono un vero e proprio ristoro per l’anima e per il corpo. Sarà per i paesaggi mozzafiato, per la sua gente solare e accogliente, per il suo mare e per i suoi sapori veri e autentici che caratterizzano ogni sua città.

Per una fuga dalla routine che coniughi la voglia di mare, questa meta è conosciuta proprio come la “Città dei due mari”, con una considerevole componente storico-artistica, tra imponenti edifici storici, PaesiOnLine consiglia Taranto.

Sarà per il profumo di salsedine che pervade quando si arriva in questa città, per la brezza marina che accarezza e che avvolge, con un musicale sottofondo delle onde che si infrangono sulla battigia, ma Taranto cattura e sa come farsi apprezzare già dal primo sguardo.

Il nome della città deriva da “Taras”, figura mitologica greca, figlia di Poseidone e della ninfa Satyria, anche se alcuni legano il nome al sanscrito Taranta-h che significherebbe mare. Si può anche focalizzare l’attenzione sul caratteristico dialetto tarantino che, secondo gli studiosi del settore storico-linguistico, corrisponderebbe all’antica cadenza dorica. Considerato uno dei centri più popolosi della regione, e terzo in tutto il Meridione, questo capoluogo affonda le sue radici storiche in periodi lontani e gloriosi, ma da sempre una meta ambita per la sua posizione favorevole sull’omonimo golfo e lambita da ben due mari: il Mar Grande che si affaccia su una sorta di costa arcuata, in cui si trovano le isole Cheradi. Il Mare Piccolo, invece, è collegato al canale naturale di Porta Napoli ed a quello artificiale, navigabile che separa il nucleo originario e la parte più abitata della città. I due mari sono tra loro intimamente collegati da un rapporto costituito da venti, maree e sorgenti sottomarine. 

Un’altra definizione che caratterizza Taranto è quella di Terra dei delfini, già da diversi anni per gli isolotti di San Pietro e San Paolo. Ironia della sorte, tra i simboli legati a Taranto vi è il delfino in quanto nello stemma esso è raffigurato mentre un dio lo cavalca.

La città di Taranto ha un profilo storico notevole che vanta la Magna Grecia, di cui era parte integrante, prediletta dagli antichi Greci per il suo clima favorevole e per la sua bellezza. Questa città è ricca di meraviglie e testimonianze storiche che attirano ogni anno moltissimi visitatori. Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, più conosciuto con l’acronimo MarTa è uno dei più conosciuti in Italia.

Tra i luoghi da visitare, citiamo le colonne appartenenti al tempio dorico più antico della Magna Grecia, tuttora visitabile, secondo alcuni legato al culto di Poseidone; il Castello Aragonese Sant’Angelo di Taranto; la Mostra storica dell’Arsenale militare marittimo di Taranto con le sue visite guidate; la Cattedrale di San Cataldo sita in piazza Duomo; la Chiesa di San Domenico Maggiore, risalente al 1302 e ubicata nel Borgo Antico della città. Da visitare anche il Palazzo Pantaleo, un tempo appartenente ai baroni di questa famiglia, di origine settecentesca, ubicato dove vi era l’antico porto. Tra le manifestazioni principali si annovera la Settimana Santa, le manifestazioni che si tengono in onore di San Cataldo, il Palio di Taranto che si conclude con la cerimonia estiva di premiazione, il Festival Italiano della cozza tarantina, il FotoArtePuglia- Festival di fotografia, la Settimana Internazionale di Danza Taranto Danza, la Processione settembrina a mare detta “Stella Maris“, il Taranto Film Festival a dicembre.

Lo shopping a Taranto, è in Via D’Aquino, in cui passeggiare lungo le strade trafficate del Salotto Buono. L’area, quasi del tutto pedonale, unisce Corso Due Mari e Piazza Maria Immacolata. Per gli amanti della natura, sono tanti gli itinerari possibili da svolgere in zona, ad esempio quello lungo il mar Piccolo, tra masserie, verde, costa e relax. Se pagaiare non vi spaventa, pensate che facendolo potreste raggiungere Taranto Vecchia, il Ponte di San Francesco di Paola (o ponte girevole), il ponte di Pietra, gli stabilimenti dismessi della Marina Militare: un’esperienza unica.

Dal punto di vista gastronomico, Taranto offre al visitatore la sua squisita cucina di mare, non tralasciando i sapori contadini che derivano dalla sua piana circostante. Ovviamente, per condire i piatti, è d’obbligo utilizzare l’olio extravergine di oliva tarantino DOP. Molteplici sono i prodotti del mare caratteristici, come il polipo grigliato, il riso patate e cozze, rigorosamente coltivate nel Mar Piccolo, in cui i sorgenti di acqua dolce, conferiscono un colore e un sapore unico. Non si può non brindare, durante il soggiorno con gli ottimi calici dell’Aleatico di Puglia DOC, del Martina Franca DOC o del Primitivo di Manduria DOC. Caratteristica e assolutamente da provare è la birra Raffo, per antonomasia “la birra dei tarantini” che va, rigorosamente in coppia con una deliziosa “puccia”, una forma di pane, spesso, farcita con semi di pomodoro, olio, sale, ricotta … tutta da gustare.

 

Tags: , , , , , , , ,