Le dive anni ’60 di Valentino chiudono le sfilate dell’Haute Couture parigina

Paris Haute Couture Fall 18 #Day4

Innovazione, lusso e sontuosità sono le parole chiave che hanno contraddistinto le sfilate dell’alta moda parigina. Nel corso della quarta giornata, sei griffe famose in tutto il mondo hanno portato in passerella abiti preziosi dai maxi volumi e dai colori vivaci: Maison Margiela, Elie Saab, Jean Paul Gaultier, Viktor&Rolf, Fendi Couture e Valentino.

Maison Margiela: John Galliano, direttore creativo della griffe Maison Margiela, ha presentato la linea di alta moda “Artisanal” portando in passerella, sulle note di “Enchained Melody”, una collezione composta da capi destrutturati e intitolata “In the Memory of” per esprimere il concetto che un indumento può contenerne un altro al suo interno. Un mix di tessuti pregiati come il cachemire giallo e nero utilizzato per i cappotti imbottiti, la seta cinese e le piume, indossate insieme al neoprene e ai vecchi vestiti da lavoro. “Volumi. Loro fanno andare avanti la moda. Ecco di cosa si tratta. Sono un sarto, questo è il motivo del perché lavoro così. Quindi ho indagato, esplorato e ho dato a noi stessi un vero allenamento nel nostro atelier”, ha dichiarato il designer britannico. Look quasi surreali decorati con dettagli e accessori futuristici e virtuali: tablet e smartphone cuciti sui vestiti, occhiali metallici e capelli internante ricoperti di plastica lucida per un outfit in perfetto stile alieno. Modelle con indosso gonne e trench imbottiti in nylon che ricordano la forma di enormi cuscini provenienti da un futuro indefinito, hanno sfilato nella sede storica della maison, lo spazio espositivo rinnovato dall’architetto olandese Anne Holtrop. 

Elie Saab: principesse moderne incantano e fanno sognare ad occhi aperti. Il designer libanese Elie Saab continua ad essere il re indiscusso dell’haute couture francese disegnando abiti quasi impalpabili, leggeri e sinuosi. Una collezione  preziosa che ha visto sfilare in passerella moderne regine dell’eleganza e del lusso con indosso meravigliosi abiti vaporosi e sofisticati declinati nelle tonalità del blu, rosso, rosa cipria, bianco e nero. Abiti da sera impreziositi da applicazioni gioiello e una cascata di piccoli strass che donano riflessi luminosi. Vere e proprie opere d’arte che donano un tocco di sensualità a chi le indossa attraverso i vertiginosi spacchi laterali e le profonde scollature a V. Fil rouge della collezione? Le particolari stampe che prendono la forma di mosaici colorati ispirati alle opere di Gaudì a Barcellona. 

Jean Paul Gaultier: antinconvenzionale e fuori dagli schemi, Jean Paul Gaultier continua a stupire portando in passerella creazioni originali che fanno discutere. Look androgini ma iper femminili al tempo stesso per le modelle e i modelli che hanno portato in passerella una collezione visionaria a sostegno del movimento “Libera i capezzoli” a favore della libertà e contro le differenze di genere. Il designer francese ha attirato l’attenzione di tutti con due modelli a petto nudo e con indosso una lastra di plastica trasparente decorata con la scritta “Free the Nipple”. Non solo, ha colto l’occasione anche per schierarsi contro il governo francese e la decisione di attuare un divieto di fumo nei parchi pubblici di Parigi. Come? Al termine della sfilata, una modella ha calcato la passerella con indosso un abito grigio con un pannello e circondata da una foschia che ricordava proprio il fumo, senza dimenticare le numerose scritte “No Smoking” apparse sugli abiti. 

Viktor&Rolf:  sulla scia di una lunga passerella scintillante, venticinque modelle e modelli hanno sfilato in onore del mezzo secolo di vita del duo stilistico olandese. Protagonista indiscusso della collezione? Il bianco. Colore simbolo di purezza e celebrazione. Un sfilata che racconta la storia e la filosofia della griffe sinonimo di creatività, fantasia e brillantezza, non a caso, gli abiti sono caratterizzati da dettagli e inseriti gioiello del partner Swarovski. Uno stile romantico, femminile e stravagante dato da lunghi abiti da sera con ruches, bouquet floreali, maxi trapunte, mini abiti a corolla e un abito caratterizzano da una lunga gonna a buchi. Una favola moderna.

Fendi Couture: da fourrure a couture il passo è breve. Fendi si trasforma con lo scopo di sperimentare nuove forme e materiali, senza mai abbandonare definitivamente l’utilizzo dell’eco-fur, simbolo della maison italiana. Pezzi unici e inimitabili dai volumi ben definiti per una collezione che vede protagonista la giacca composta da 900 strisce multicolor  e la gonna con 1000 quadratini colorati e realizzati con paillettes mobili che simulano l’effetto di una pelliccia, un effetto “air conditioned fur”, così definito dal direttore creativo Karl Lagerfeld. Lo stesso utilizzato per due cappotti identici, uno in velluto e l’altro in ermellino e un bolero realizzato in organza. Immancabili gli accessori che donano un tocco ancora più esclusivo ai look: le scarpe con tacchi creati con materiali insolito come il plexiglass, i legno e il corno per un risultato unico.

Valentino: all’interno della splendida cornice dell’Hôtel di Salomon de Rothschild a Parigi, Pierpaolo Piccioli ha portato in passerella delle vere dive con maxi acconciature voluminose in perfetto stile anni ’60, conquistando Parigi e chiudendo la settimana dell’alta moda con una standing ovation. “Per la prima volta ho provato davvero a non pensare, ho voluto procedere col cuore senza fissare un tema. Certo, ci sono la mitologia, il Rinascimento, il Settecento, i costumi di Piero Tosi, la Medea di Maria Callas e Pierpaolo Pasolini. Ma sono pezzi, memorie di un assembramento più ampio” ha dichiarato il designer. Un teatro nel quale sono andati in scena meravigliosi abiti per i quali è stato inventato un nome dalla sarta che li ha cuciti e ricamati. Sessanta look che esaltano la bellezza senza uno schema ben preciso per una collezione dallo stile innovativo e moderno che si rifà al passato, caratterizzata da maxi volumi, colori sgargianti, dettagli preziosi e tessuti pregiati. Indimenticabile, l’abito rosa di piume indossato dalla top model Kaia Gerber che è riuscita ad incarnare perfettamente l’immagine di una diva dallo stile senza tempo.

 

     

Tags: , , , , , , , , , , , , ,