• Home
  • Moda
  • Premio LVMH 2019: scopriamo i Semifinalisti della Sesta Edizione.

Premio LVMH 2019: scopriamo i Semifinalisti della Sesta Edizione.

Conosciami i 20 semifinalisti del premio LVMH 2019 che saranno selezionati in u showroom per due giorni alla Paris fashion Week.

Svelati sui social media i 20 designer semifinalisti del Premio LVMH 2019. Su Instagram e Twitter, infatti, sono stati annunciati i nomi degli stilisti accederanno alla finale. I finalisti saranno selezionati e decretati durante la Paris Fashion Week dopo il 2 Marzo.

Il Premio LVMH 2019 è alla sua sesta edizione. È stato lanciato nel 2013, dall’omonima holding del lusso di proprietà della famiglia Arnault. La competizione è aperta a stilisti di ogni paese che hanno prodotto almeno due collezioni e hanno meno di 40 anni. Per aiutarli a sviluppare il loro talento creativo, LVMH concede ai vincitori un prestito di € 300,000 e supporto tecnico e finanziario per 12 mesi.

La giuria di esperti è composta da sessantadue addetti ai lavori. Da Chiara Ferragni e Naomi Campbell,si passa ad Edward Enniful  e Flaccavento. Un mix di giudici provenienti da vari settori della moda, con competenze ed esperienze variegate.

Ma concentriamoci ora sui 20 designer selezionati per il premio LVMH 2019, tra cui alcuni nomi conosciuti a noi di FNM. Gli stilisti provengono letteralmente dai quattro angoli del globo: Cina, Giappone e Corea, Canada e Nord America, Africa ed Europa. Le collezioni sono quasi equamente distribuite tra i generi: otto collezioni donna, sette collezioni uomo e ben cinque unisex.  

Parlando di nomi conosciuti, non possiamo non nominare, prima fra tutti, Bethany Williams. La giovane stilista ha infatti chiuso la recente London Fashion Week A/I 19 ricevendo il Premio Regina Elisabetta II a riconoscimento dell’ecosostenibilità e del valore sociale del suo brand. Presenti anche Richard Malone e Kiko Kostadinov che sfilano a Londra nell’ambito del progetto NEWGEN. L’esito della competizione non è mai certo, visto che la giuria ha degli standard ben precisi che vanno al di là dei trend di stagione. Infatti contano ”talento e creatività”, come Delphine Arnault tiene a precisare. Nel 2018 il premio è vinto da Msayuki Ino con una collezione gender fluid. Una coincidenza e non un fattore preso in considerazione dagli esperti.

Tags: ,